Gli Apostoli meschini e crudeli

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

“Dice Luca che le folle «lo cercavano» (Lc 4,42) e «lo seguivano» (Lc 14,25), lo “stringevano”, lo “circondavano” (cfr Lc 8,42-45) e «venivano numerose per ascoltarlo» (Lc 5,15). Questo seguire della gente va aldilà di qualsiasi calcolo, è un seguire senza condizioni, pieno di affetto. Contrasta con la meschinità dei discepoli il cui atteggiamento verso la gente rasenta la crudeltà quando suggeriscono al Signore di congedarli, perché si cerchino qualcosa da mangiare. Qui – io credo – iniziò il clericalismo: in questo volersi assicurare il cibo e la propria comodità disinteressandosi della gente. Il Signore stroncò questa tentazione. «Voi stessi date loro da mangiare» (Mc 6,37), fu la risposta di Gesù: “fatevi carico della gente!”.”  (Omelia, Basilica Vaticana, Giovedì Santo, 18 aprile 2019)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

“In verità, in verità vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un apostolo è più grande di chi lo ha mandato. Sapendo queste cose, sarete beati se le metterete in pratica. Non parlo di tutti voi; io conosco quelli che ho scelto; ma si deve adempiere la Scrittura: Colui che mangia il pane con me, ha levato contro di me il suo calcagno. Ve lo dico fin d’ora, prima che accada, perché, quando sarà avvenuto, crediate che Io Sono. In verità, in verità vi dico: Chi accoglie colui che io manderò, accoglie me; chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato”. (Gv 13,16-20)

 

C) Commento:

Bergoglio non perde occasione per offendere Gesù (cfr. Sulla croce Gesù “si è fatto diavolo”, “Gesù… si è fatto come un serpente, brutto che fa schifo”, Gesù “si è fatto serpente”… “E questo è il mistero del Cristo”, “Gesù fa un pò lo scemo”, “Gesù manca. Ha mancato verso la morale”. “Ha mancato verso la Legge, Gesù”, Gesù è diventato impuro? “La risposta è questa: è il cammino cristiano”, Gesù e “la sua immagine ignominiosa”, “Gesù il grande umiliato”), Maria (cfr… La Madonna era umana e forse aveva voglia di dire al Signore: “Bugie! Sono stata ingannata!”,  “Immacolata Concezione significa che Maria è la prima salvata”, Bergoglio dice della Madre di Dio: ”Maria stava nel buio più fitto”, “Maria non è nata santa”. Quindi Bergoglio nega il dogma dell’Immacolata ) e gli Apostoli (cfr. I Dodici Apostoli: “tutti peccatori, invidiosi, traditori e codardi”, “Gli Apostoli hanno pensato di Gesù: «Ma questo non ha dormito bene»”, La “meschinità” di San Pietro e la missione di non fare proselitismo, “Pietro non aveva fatto tanti studi, non era laureato: era un pescatore”, Bergoglio e il disprezzo della fede di San Pietro ), oltre che di tutti i santi della cristianità, non risparmiando neppure i santi più amati dalla devozione popolare (cfr. San Giuseppe “il custode delle debolezze”, Giovanni Battista ha vissuto “il buio dello sbaglio, il buio di una vita bruciata nell’errore”, Giovanni Battista e la sua “tortura interiore del dubbio”,  Povero Padre Pio!, ).

Nell’omelia della mattina del Giovedì santo, prima di mandare in scena nuovamente lo spettacolo mediatico e dissacrante della Lavanda dei piedi, stravolta rispetto al significato originale insegnatoci da Gesù, Bergoglio approfitta per insultare i discepoli e gli Apostoli di Nostro Signore Gesù Cristo definendoli “meschini” e affermando che il loro comportamento rasenta la “crudeltà”. Quindi gli Amici di Gesù, gli Apostoli e i Suoi discepoli, per Bergoglio sono meschini e crudeli. 

Bergoglio manifesta ancora una volta la sua ipocrisia, sia in campo spirituale che materiale. Ipocrisia spirituale perché Bergoglio ha affermato in passato di non credere alla moltiplicazione dei pani compiuta da Gesù. Infatti, commentando tale pagina del Vangelo, Bergoglio negò il miracolo di Gesù dicendo che i pani non si moltiplicarono ma semplicemente “non finirono”. 

Ipocrisia materiale perché Bergoglio strumentalizza e stravolge le parole del Vangelo per fare politica a modo suo. Pur avendo affermato di non volersi immischiare nella politica dei singoli stati (cfr. Bergoglio si immischia solo per distruggere la vera cristianità, Bergoglio si immischia per realizzare il suo sogno: un nuovo umanesimo, un mondo senza Dio, Bergoglio non si immischia: tace e acconsente per favorire le famiglie gay e il nuovo dis-ordine mondiale, “Io non mi immischio” nella politica. Poi la presa in giro dei cattolici che si vogliono unire in politica), in realtà Bergoglio interviene quando e come gli conviene, come sul tema dei migranti, che vorrebbe che fossero accolti in  modo indiscriminato non per spirito di carità cristiana ma per favorire quella che lui stesso ha definito l’invasione araba, portata avanti al solo scopo di scristianizzare i popoli, favorendo l’imbarbarimento sociale e il meticciato religioso, attaccando senza sosta coloro che alzano i muri e difendono i confini delle proprie nazioni ma non facendo nulla per dare l’esempio, abbattendo ad esempio le alte mura che proteggono la Città del Vaticano per accogliere nei propri giardini e nei propri palazzi i migranti, specie quelli di fede mussulmana.

Il clericalismo non è iniziato con Gesù e con gli Apostoli, come afferma Bergoglio. Il peggio del clericalismo lo stiamo vivendo ora, con la chiesa di Roma che ha tradito gli insegnamenti di Gesù, che di fronte a Pilato aveva affermato che il Suo Regno non è di questo mondo. La chiesa di Roma in realtà ha tradito quelle parole volendo governare e dominare il mondo, fornicando con i potenti del mondo, perdendo così la Sua impronta e autenticità, tradendo ora definitivamente Cristo e il Suo Sacrificio salvifico, per promuovere un progetto di nuova religione, inclusivo e mondiale, dove tutti sono considerati allo stesso modo “figli” di Dio: ebrei, mussulmani, cristiani, induisti, buddisti e altro ancora. Questo è il vero, peggior clericalismo che ha tradito Cristo e la cristianità. 




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi