Giovanni Battista ha vissuto “il buio dello sbaglio, il buio di una vita bruciata nell’errore”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

La vita di Giovanni «non è stata facile» … Così, a un certo punto, nel periodo in cui era in carcere, «ha sofferto la prova del buio, della notte nella sua anima». E quella scena, ha commentato Francesco, «commuove: il grande, il più grande manda da Gesù due discepoli per domandargli: “Ma Giovanni ti domanda: sei tu o ho sbagliato e dobbiamo aspettare un altro?”». Lungo la strada di Giovanni si è affacciato quindi «il buio dello sbaglio, il buio di una vita bruciata nell’errore. E questa per lui è stata una croce». Alla domanda di Giovanni «Gesù risponde con le parole di Isaia»: il Battista «capisce, ma il suo cuore rimane nel buio»” (Omelia, Casa Santa Marta, 6 febbraio 2015)
 
 
B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Giovanni chiamò due di essi e li mandò a dire al Signore: “Sei tu colui che viene, o dobbiamo aspettare un altro?” (Lc 7,18b-19)

Allora gli apparve un angelo del Signore, ritto alla destra dell’altare dell’incenso. Quando lo vide, Zaccaria si turbò e fu preso da timore. Ma l’angelo gli disse: «Non temere, Zaccaria, la tua preghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, che chiamerai Giovanni. Avrai gioia ed esultanza e molti si rallegreranno della sua nascita, poiché egli sarà grande davanti al Signore; non berrà vino né bevande inebrianti, sarà pieno di Spirito Santo fin dal seno di sua madre e ricondurrà molti figli d’Israele al Signore loro Dio. Gli camminerà innanzi con lo spirito e la forza di Elia, per ricondurre i cuori dei padri verso i figli e i ribelli alla saggezza dei giusti e preparare al Signore un popolo ben disposto»” (Lc 1,11-17)

Quando gli inviati di Giovanni furono partiti, Gesù cominciò a dire alla folla riguardo a Giovanni: «Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna agitata dal vento? E allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo avvolto in morbide vesti? Coloro che portano vesti sontuose e vivono nella lussuria stanno nei palazzi dei re. Allora, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, vi dico, e più che un profeta. Egli è colui del quale sta scritto: Ecco io mando davanti a te il mio messaggero, egli preparerà la via davanti a te. Io vi dico, tra i nati di donna non c’è nessuno più grande di Giovanni, e il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui. Tutto il popolo che lo ha ascoltato, e anche i pubblicani, hanno riconosciuto la giustizia di Dio ricevendo il battesimo di Giovanni. Ma i farisei e i dottori della legge non facendosi battezzare da lui hanno reso vano per loro il disegno di Dio” (Lc 7,24-30)
 
 
C) Commento:

Bergoglio, con queste affermazioni, insinua nei cuori il pensiero che anche Giovanni il Battista ha dubitato di Cristo nella prova, demolendo in tal modo la figura del Battista e negando le parole di Gesù: “In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista” (Mt 11,11).

Con quale autorità, conferitagli da chi, Bergoglio stravolge la scrittura e mette sulla bocca di Giovanni il Battista parole che il Battista non ha mai pronunciato?

Quale spirito ha riferito a Bergoglio che il Battista avrebbe detto “ho sbagliato”?

In quale passo della Sacra Scrittura è scritto?

In nessuno, perché mai è scritto che Giovanni il Battista ha dubitato di Gesù. Giovanni il Battista è ben consapevole che Gesù è il Messia perché è testimone della voce di Dio che sulle rive del Giordano pronuncia le parole: “Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto” (Mt 3,17).

Quindi con ogni probabilità la domanda che Giovanni fa fare ai suoi discepoli (“Sei Tu colui che viene, o dobbiamo aspettare un altro?“) non è per sè ma per chi in quel momento e nel tempo avrebbe dovuto prendere consapevolezza del Messia e della sua azione.

E Gesù, ben consapevole di ciò, ha affermato che “tra i nati di donna non c’è nessuno più grande di Giovanni, e il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui” (Lc 7,28).




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi