I Dodici Apostoli: “tutti peccatori, invidiosi, traditori e codardi”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

I Dodici erano peccatori. “No, Padre, Giuda soltanto!”. No, poveraccio… Noi non sappiamo cosa è accaduto dopo la sua morte, perché la misericordia di Dio c’è anche in quel momento. Ma tutti erano peccatori, tutti. Invidiosi, avevano gelosia tra loro: “No, io devo occupare il primo posto e tu il secondo”; e due di loro parlano alla mamma perché vada a parlare a Gesù che dia il primo posto ai loro figli… Erano così, con tutti i peccati. Erano anche traditori, perché quando Gesù è stato catturato, tutti sono scappati, pieni di paura; si sono nascosti: avevano paura. E Pietro, che sapeva di essere il capo, sentì il bisogno di avvicinarsi un po’ per vedere cosa accadeva; e quando la domestica del sacerdote disse: “Ma anche tu eri…”, disse: “No, no, no!”. Rinnegò Gesù, tradì Gesù. Pietro! Il primo Papa. Tradì Gesù. E questi sono i testimoni! Sì, perché erano testimoni della salvezza che Gesù porta, e tutti, per questa salvezza si sono convertiti, si sono lasciati salvare. E’ bello quando, sulla riva del lago, Gesù fa quel miracolo e Pietro dice: «Allontanati da me, Signore, perché sono peccatore» (Lc 5,8). Essere testimone non significa essere santo, ma essere un povero uomo, una povera donna che dice: “Sì, sono peccatore, ma Gesù è il Signore e io do testimonianza di Lui, e io cerco di fare il bene tutti i giorni, di correggere la mia vita, di andare per la giusta strada”. Soltanto io vorrei lasciarvi un messaggio. Questo lo capiamo tutti, quello che ho detto: testimoni peccatori. Ma, leggendo il Vangelo, io non trovo un [certo tipo di] peccato negli Apostoli. Alcuni violenti c’erano, che volevano incendiare un villaggio che non li aveva accolti… Avevano tanti peccati: traditori, codardi” (Visita alla parrocchia romana “Santa Maria a Setteville”, 15 gennaio 2017)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Molti miracoli e prodigi avvenivano fra il popolo per opera degli apostoli. Tutti erano soliti stare insieme nel portico di Salomone; degli altri, nessuno osava associarsi a loro, ma il popolo li esaltava” (At 5,12-13)

Ma voi, o carissimi, ricordatevi delle cose che furono predette dagli apostoli del Signore nostro Gesù Cristo. Essi vi dicevano: “Alla fine dei tempi vi saranno impostori, che si comporteranno secondo le loro empie passioni”. Tali sono quelli che provocano divisioni, gente materiale, privi dello Spirito” (Gd 17-19)

Temo però che, come il serpente nella sua malizia sedusse Eva, così i vostri pensieri vengano in qualche modo traviati dalla loro semplicità e purezza nei riguardi di Cristo. Se infatti il primo venuto vi predica un Gesù diverso da quello che vi abbiamo predicato noi o se si tratta di ricevere uno spirito diverso da quello che avete ricevuto o un altro vangelo che non avete ancora sentito, voi siete ben disposti ad accettarlo. Ora io ritengo di non essere in nulla inferiore a questi “superapostoli”! E se anche sono un profano nell’arte del parlare, non lo sono però nella dottrina, come vi abbiamo dimostrato in tutto e per tutto davanti a tutti” (2Cor 11,3-6)

 

C) Commento:

Bergoglio continua nell’opera di demolizione dei santi di Dio. Dopo aver bestemmiato Gesù, la Madonna, Giovanni il Battista, San Pietro e tanti altri martiri e santi, ora, in un colpo solo che non ha precedenti, Bergoglio demolisce la vita di tutti gli Apostoli, definiti in una sequenza diabolica e terrificante “tutti peccatori”; “invidiosi”; “traditori” e finanche “codardi”. I Santi di Dio, coloro che hanno fondato la Chiesa di Cristo, apostrofati e umiliati come mai prima d’ora era stato fatto, umiliati e derisi pubblicamente: “E questi sono i testimoni!”, sentenzia Bergoglio deridendo gli Apostoli.

Come può lo Spirito Santo dimorare ancora in una casa che disprezza coloro che hanno fondato la Casa stessa? Come può lo Spirito Santo che ha spinto gli Apostoli di Gesù a donare la propria vita per Amore del Figlio di Dio dimorare in coloro che ora stanno demolendo sempre più le fondamenta del cristianesimo?

Come si può affermare che “tutti sono peccatori, tutti”?! Quando Giovanni l’Apostolo, per fare un solo esempio, avrebbe tradito il Suo Signore? Mai!

Come si può definire chi ha donato la propria vita per il Cristo “traditori e codardi”?

I veri traditori sono coloro che hanno distrutto e stanno distruggendo il cristianesimo. I veri traditori sono coloro che hanno tradito e stanno tradendo la vera fede, divenendo apostati. I veri codardi sono coloro che si nascondono dietro a vuote parole e a gesti rituali ma che nel cuore hanno tradito e tradiscono continuamente Cristo, profanando la Sua Vita, per adorare – anche nei sotterranei di una casa buia e abbandonata dallo Spirito Santo – lo spirito immondo, lo spirito dell’anti-cristo, ingannando milioni di anime semplici che quotidianamente sono condotte con l’inganno alla perdizione.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi