“Questa legge del progresso non significa affatto un cambiamento di dottrina”

 

A)     Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

(…) «La Tradizione è una realtà viva e solo una visione parziale può pensare al “deposito della fede” come qualcosa di statico. La Parola di Dio non può essere conservata in naftalina come se si trattasse di una vecchia coperta da proteggere contro i parassiti! No. La Parola di Dio è una realtà dinamica, sempre viva, che progredisce e cresce perché è tesa verso un compimento che gli uomini non possono fermare. Questa legge del progresso secondo la felice formula di san Vincenzo da Lérins: «annis consolidetur, dilatetur tempore, sublimetur aetate» (Commonitorium, 23.9: PL 50), appartiene alla peculiare condizione della verità rivelata nel suo essere trasmessa dalla Chiesa, e non significa affatto un cambiamento di dottrina. Non si può conservare la dottrina senza farla progredire né la si può legare a una lettura rigida e immutabile, senza umiliare l’azione dello Spirito Santo.» … Questa voce siamo chiamati a fare nostra con un atteggiamento di «religioso ascolto»” (Discorso ai partecipanti all’incontro promosso dal pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, Roma, Aula del sinodo, 11 ottobre 2017)

 

B)     Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Ma Pietro e Giovanni replicarono: “Se sia giusto innanzi a Dio obbedire a voi più che a lui, giudicatelo voi stessi” (At 4,19)

Rispose allora Pietro insieme agli apostoli: “Bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini” (At 5,29)

 

C)     Commento:

Bergoglio mente sapendo di mentire. E senza vergogna dice di non aver cambiato la dottrina. Afferma testualmente Bergoglio: “Questa legge del progresso… non significa affatto un cambiamento di dottrina”. Bergoglio nega l’evidenza sapendo di negarla, nella piena consapevolezza, con una strategia che, essendo lucida, diviene diabolica.

Bergoglio infatti non ha “solo” cambiato la dottrina di Cristo: l’ha stravolta e tradita.

La dottrina per un vero cristiano è Cristo. Bergoglio l’ha tradito, scartato, preferendo a Cristo una nuova idea di religione mondiale che mette Cristo, l’Uomo Dio, insieme ad altre religioni umane che non provengono da Dio Padre Onnipotente. Ciò è sufficiente per comprendere come Bergoglio ha tradito e stravolto la dottrina cristiana, Cristo.

Inoltre, basti pensare agli stravolgimenti della dottrina operati da Bergoglio in tema di indissolubilità del matrimonio (cfr. Bergoglio e i casi di nullità del MatrimonioLa nuova legge di Bergoglio che annulla l’indissolubilità del matrimonio“Le convivenze hanno la grazia del matrimonio”Un nuovo “motu proprio” per distruggere la vita e la famiglia ); in tema di salvezza, considerata non una conquista da raggiungere ma un regalo (cfr. “La salvezza… si regala, è gratuita”La falsa misericordia: “Dio perdona tutto e Dio perdona sempre”“Gesù è gratis, la salvezza è gratis”“Dio ci ha salvato gratuitamente… e l’essenza della salvezza non deriva dal fare il bene”L’ennesima eresia di Bergoglio: “la salvezza è gratuita”. Errare è umano, perseverare diabolico); in tema dell’Alleanza di Dio con il popolo ebraico, che per Bergoglio non è mai stata revocata (cfr. L’alleanza del popolo ebreo con Dio non è mai stata revocata“L’irrevocabilità dell’Antica Alleanza e l’amore costante e fedele di Dio per Israele”); in tema di proselitismo, che Bergoglio considera una solenne sciocchezza (cfr. “Il proselitismo è una solenne sciocchezza, non ha senso… non è la verità”La chiesa missionaria non fa proselitismo“Fare proselitismo nel campo ecclesiale è peccato”“Il proselitismo è un veleno per il cammino ecumenico”“Noi cristiani non dobbiamo fare proselitismo”Il “grosso peccato” secondo Bergoglio: il proselitismo); in tema del primato di Cristo e della “vera religione” (cfr. “Non esiste un Dio cattolico”, “Non c’è, nemmeno per chi crede, una Verità assoluta”). L’elenco è infinito. Nelle pagine di “Difendiamo la Verità” i temi citati sono tanti.

Bergoglio, per usare le sue parole (che come un boomerang gli si ritorcono contro), ha sì “umiliato lo Spirito Santo”. Ma non solo. Lo Spirito Santo è stato tradito. Cristo, il Figlio di Dio, è stato nuovamente tradito e ucciso. Bergoglio è animato da uno spirito non santo, anti-cristiano, che insulta Cristo, la Madonna, i Santi e i profeti di Dio; che stravolge la realtà, cercando di far apparire come “bene” ciò che in realtà è “male”.

Bergoglio cerca di far apparire il contrario di ciò che è, per poi invitare tutti gli ascoltatori a seguire questa “voce” con un “atteggiamento di “religioso ascolto”. Che significa: “Silenzio e obbedienza”. Come quando Bergoglio ha invitato i ministri e i fedeli della Chiesa di Roma a stare “sub Petro”, “sottomessi a Pietro”, cioè a Bergoglio.

Ecco perché, con coraggio, si deve seguire il soffio dello Spirito Santo e capire che lo Spirito Santo in quella casa non vi è più, perché tradito. Il Padre, così come fece al tempo di Gesù, ha ritirato il Suo Spirito da quella casa, che senza lo Spirito di Dio è rimasta deserta. I pochi dissidenti che, nella chiesa di Roma, cercano di obbedire a Dio e non a uomini iniqui, animati da uno spirito non santo, saranno resi martiri, come ha profetizzato l’Apostolo Giovanni nel Libro dell’Apocalisse (Ap 17,6).

Chi ama Cristo mai tacerà di fronte all’inganno ma con il vero Pietro e sull’esempio degli Apostoli risponderà che la vera obbedienza la si deve solo a Dio, allo Spirito Santo, non a uomini animati da uno spirito anti-cristiano che si sono impadroniti con l’inganno dei vertici di quella casa. La Chiesa Cristiana Universale, per volere di Dio, è nata per rinnovare la cristianità e dare voce allo Spirito di Dio, che mai sarà tradito.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi