“Noi cristiani non dobbiamo fare proselitismo”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Come potete spiegare a qualcuno che non crede perché o come la fede è importante? Questa è la domanda? Non si deve spiegare. Sentite bene questo: se tu hai un amico, un’amica che non crede, tu non devi dire: “Tu devi credere per questo, per questo, per questo…”, e spiegargli tutte le cose. Questo non si deve fare! Questo si chiama proselitismo, e noi cristiani non dobbiamo fare proselitismo. (….)” (Visita alla parrocchia romana “Santa Maria a Setteville”, 15 gennaio 2017)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Gesù disse loro: Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato” (Mc 16,15-16)

Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato” (Mt 28,19-20)

Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi” (Mt 7,15-17)

 

C) Commento:

Bergoglio ritorna sul tema del proselitismo. Dopo aver affermato che “il proselitismo è una solenne sciocchezza”, che “la chiesa missionaria non fa proselitismo“, che “la missione della Chiesa non è fare proselitismo“, che “fare proselitismo nel campo ecclesiale è peccato” ed ancora che “il proselitismo è un veleno per il cammino ecumenico“, ora Bergoglio persevera nel suo errore.

Errare è umano, perseverare è diabolico, è detto. E Bergoglio, quando parla di proselitismo, dimostra di essere diabolico. Il proselitismo lo ha insegnato Gesù. Il proselitismo lo ha voluto Gesù, il Figlio del Dio vivente. Continuare ad affermare che il proselitismo è una “solenne sciocchezza” e che i cristiani “non devono fare proselitismo”, equivale a dire che Gesù ha detto delle solenni sciocchezze e che i cristiani non devono fare ciò che ha insegnato Gesù.

Solo chi è animato dallo spirito maligno può perseverare nell’errore come sta facendo Bergoglio. Lo spirito che è in Bergoglio è uno spirito contrario a ciò che ha insegnato lo Spirito di Cristo. Per questo lo spirito di Bergoglio è uno spirito anti-cristo.

Che cosa altro deve fare o dire Bergoglio più di quanto non abbia fatto e detto perché tutti possano comprendere che lo spirito che è in lui è uno spirito opposto a quello di Cristo? Dai frutti riconoscerete l’albero, disse Gesù per mettere in guardia tutti i veri cristiani circa la natura e la bontà delle cose e delle persone.

Il tempo della grande apostasia è in atto. La chiesa di Roma, guidata da Bergoglio, volontariamente ha rinnegato la vera fede e gli insegnamenti autentici di Cristo, per portare tante anime a vivere e ad aderire inconsapevolmente e con l’inganno ad una nuova dottrina anti-cristiana, basata su teorie e principi solo umanisti, “politicamente corretti” ma nella realtà opposti alla volontà di Dio che solo in Cristo si manifesta.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi