“E’ normale che i coniugi litighino, è normale; litigare è parte della vita”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Io mi permetto, scusatemi, mi permetto di darvi un consiglio. “Già lo so, Padre, lo so cosa dirà: mandare il bambino a fare la Comunione…”. No, no. Un altro consiglio vi darò. E’ normale che i coniugi litighino, è normale. E’ un po’ raro se una coppia non litiga, è raro. E’ normale litigare, è parte della vita. Ma il consiglio che io vi do, che mai i vostri bimbi vi sentano o vi vedano litigare. Se voi volete dirvi delle cose, andate in camera, chiudete la porta e dite tutto, litigate. E’ sano, perché anche sfogarsi è sano. Ma che loro non vedano, perché i bambini soffrono, si sentono abbandonati, quando i genitori litigano. Questo è il primo consiglio che vi do.
E il secondo consiglio non è tanto per i bambini, è per voi. Se voi avete litigato – che è una cosa normale, litigare, nella coppia –, non finire la giornata senza fare la pace. Perché la guerra fredda del giorno dopo è molto pericolosa. Non finire la giornata senza fare la pace” (Visita alla parrocchia romana “Santa Maria a Setteville”, 15 gennaio 2017)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Parla a tutta la comunità degli Israeliti e ordina loro: Siate santi, perché io, il Signore, Dio vostro, sono santo” (Lev 19,2)

Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l’altra” (Mt 5,38-39)

 

C) Commento:

Bergoglio in tema di morale famigliare insegna che “litigare è normale”. Addirittura arriva ad affermare che “litigare è parte della vita”.

Gli insegnamenti di Bergoglio sono deliranti. Solo i cristiani che hanno le coscienze addormentate e si sono lasciati travolgere da un umanesimo travolgente possono ascoltare le parole di Bergoglio senza indignarsi, senza ribellarsi ad insegnamenti che non sono né cristiani né tantomeno rispettosi di chi vuole vivere da vero uomo e da vera donna.

Litigare non è la regola per chi vuole essere vero uomo e vero cristiano. Litigare non può e non potrà mai essere la normalità. Per un uomo e per una donna autentici il rispetto per il prossimo è la normalità. Per un vero cristiano la normalità è la santità, che nella preghiera e nella fratellanza si manifesta.

In passato Bergoglio ha avuto l’ardore di affermare che in famiglia possono pure “volare i piatti” purché poi si faccia la pace; che tirare un pugno a chi offende la mamma “è normale”. La “normalità” di Bergoglio è quella di chi vuole allontanare dalla santità per far sprofondare tutti nelle tenebre, in quel “buio dell’anima” di cui Bergoglio parla sovente. Il buio di chi, seguendo Bergoglio e i suoi insegnamenti anti-cristiani, è destinato a perire.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi