“Ci vuole coraggio per sposarsi e farlo per tutta la vita”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

(…) In questo Tempo di Natale abbiamo davanti agli occhi il meraviglioso mistero di Gesù fanciullo e adolescente, che, come racconta l’evangelista Luca, “cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini” (2,52). Mi è gradito porgere un saluto speciale ai giovani, ai malati e agli sposi novelli; io li chiamo i coraggiosi, perché CI VUOLE CORAGGIO PER SPOSARSI E FARLO PER TUTTA LA VITA: bravi! I Santi Innocenti martiri, che oggi ricordiamo, aiutino tutti ad essere forti nella fede, guardando al divino Bambino, che nel mistero del Natale si offre per l’intera umanità. (…)” (Udienza Generale, 28 dicembre 2016)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Così che non sono più due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separi” (Mt 19,6)

 

C) Commento:

Ancora una volta Bergoglio fa comprendere la vera natura dei suoi insegnamenti in merito ai novelli sposi (cfr. “Gli insegnamenti di Bergoglio ai novelli sposi in relazione con i figli“) e al valore della famiglia e dell’indissolubilità del matrimonio (cfr. la sezione “Difendiamo la famiglia“). Comprendendo il suo pensiero, già espresso in precedenza, ben si comprende il senso delle affermazioni ribadite da Bergoglio. Non un incoraggiamento bensì un ridicolizzare e far sentire “diverso” chi si sposa cristianamente nella ferma volontà di mantenere il rapporto sponsale indissolubile, rimanendo uniti nel sacro vincolo per tutta la vita.

Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. E anche in questo Bergoglio dimostra la sua vera natura. Bergoglio non scherza. Scherzando, Bergoglio fa sul serio e, giorno dopo giorno, distrugge i sentimenti autentici della cristianità. Bergoglio ha già manifestato il suo vero pensiero circa l’indissolubilità del matrimonio, varando una nuova legge che annienta l’indissolubilità del matrimonio voluta da Gesù (cfr. La nuova legge di Bergoglio che annulla l’indissolubilità del matrimonio).

Così Bergoglio continua a distruggere giorno dopo giorno, anno dopo anno, il valore cristiano della Famiglia e la sacralità della Vita, dono di Dio. E, inesorabilmente, la chiesa di Roma, guidata da Bergoglio e dai suoi fedeli ministri, affonda sempre più, travolta da una Apostasia sempre più viva e lacerata da divisioni interne che, sebbene profetizzate e non credute, ora sono sempre più manifeste.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi