“Gesù, quando si lamenta, bestemmia? Il mistero è questo”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Gesù, quando si lamenta – “Padre, perché mi hai abbandonato?” – bestemmia? Il mistero è questo“. Il Pontefice ha confidato che nella sua esperienza pastorale tante volte egli stesso sente «persone che stanno vivendo situazioni difficili, dolorose, che hanno perso tanto o si sentono sole e abbandonate e vengono a lamentarsi e fanno queste domande: Perché? Si ribellano contro Dio». E la sua risposta è: «Continua a pregare così, perché anche questa è una preghiera». Come lo era quella di Gesù, quando ha detto al Padre: «Perché mi hai abbandonato?»” (Omelia, Casa Santa Marta, 30 settembre 2014)

 
B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà” (Lc 22,42)

Gesù gridando a gran voce, disse: Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito. Detto questo spirò” (Lc 23,46)

 
C) Commento:

Insinuare il dubbio che Gesù Cristo abbia bestemmiato il Padre nel momento finale in cui Gesù ha manifestato la Sua totale, perfetta, filiale obbedienza amorevole al Padre, è cosa gravissima.

Cristo non si è mai ribellato al Padre, ma si è sempre rimesso alla volontà del Padre.

La vera bestemmia è solo pensare e far pensare che il colloquio dell’Uomo Dio con il Padre possa essere considerata una ribellione.

L’Uomo Dio nel momento del Suo dolore più grande non ha esitato a rimettere la Sua Vita, il Suo Spirito nelle mani del Padre.

Questa affermazione di Bergoglio, anche se attenuata dal punto interrogativo finale, è tra quelle più gravi in assoluto pronunciate da chi, così facendo, si mostra nella sua vera natura e intenzioni.

(Per ulteriori approfondimenti su questa tematica, è possibile consultare il seguente link: Bergoglio e il Mistero della Croce parte I e Bergoglio e il Mistero della Croce parte II)




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi