Bergoglio: “Faremo memoria, dopo cinque secoli, dell’inizio della riforma di Lutero”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

(…) L’Apostolo Paolo ci dice che, in virtù del nostro battesimo, tutti formiamo l’unico Corpo di Cristo. Le diverse membra, infatti, formano un solo corpo. Per questo apparteniamo gli uni agli altri e quando uno soffre, tutti soffrono, quando uno gioisce, tutti gioiscono (cfr 1 Cor 12,12-26). Possiamo continuare con fiducia il nostro cammino ecumenico, perché sappiamo che, al di là di tante questioni aperte che ancora ci separano, siamo già uniti. Quello che ci unisce è molto di più di quello che ci divide!
Alla fine di questo mese, a Dio piacendo, mi recherò a Lund, in Svezia, e insieme alla Federazione Luterana Mondiale faremo memoria, dopo cinque secoli, dell’inizio della riforma di Lutero e ringrazieremo il Signore per cinquant’anni di dialogo ufficiale tra luterani e cattolici. (…) ” (Discorso ai partecipanti al pellegrinaggio dei luterani, Aula Paolo VI, 13 ottobre 2016)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! La ragione per cui il mondo non ci conosce è perché non ha conosciuto lui” (1Gv 3,1)

Allora Maria disse: L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata” (Lc 1,46-48)

Come infatti il corpo, pur essendo uno, ha molte membra e tutte le membra, pur essendo molte, sono un corpo solo, così anche Cristo. E in realtà noi tutti siamo stati battezzati in un solo Spirito per formare un solo corpo” (1Cr 12,12-13a)

 

C) Commento:

Bergoglio si appresta a, sono parole sue, “fare memoria dell’inizio della riforma di Lutero”. Ma la chiesa di Roma ha scomunicato Lutero, che quindi non è più in comunione con essa. Se Bergoglio volesse essere veramente coerente, dovrebbe avere il coraggio, come primo passo ufficiale, di revocare la scomunica a Lutero. E poi andare a Lund, in Svezia, nella notte del 31 ottobre e memorare Lutero e il suo spirito.

Ma Bergoglio non si mostrerà mai apertamente apparendo come in realtà è. Bergoglio non agirà mai alla luce del sole. Bergoglio sta distruggendo la vera cristianità, nascondendosi dietro un falso ecumenismo, che in realtà è un sincretismo ispirato a Sai Baba che vuole condurre tutti i suoi fedeli nella sua falsa nuova religione mondiale.

I veri cristiani hanno nel cuore Maria, non Lutero. I veri cristiani sono consacrati e rinnovano ogni giorno la propria consacrazione al Cuore Immacolato di Maria, rivolgendosi in questo mese di Ottobre a Colei che è Madre, alla Regina delle Vittorie, a Colei che vince con la forza della preghiera, del Santo Rosario.

I veri cristiani non pensano nemmeno lontanamente di dover fare memoria di Lutero, che ha diviso i cristiani per opportunismo politico e che ha stravolto la vera cristianità, dividendo in questi tempi anche la chiesa di Roma (cfr. Lutero, Benedetto XVI e la Transustanziazione).

I veri cristiani vogliono rivolgere la Supplica a Maria, l’Immacolata dello Spirito santo, affinché in questi tempi duri e difficili Maria nuovamente vinca l’iniquità e tutti i suoi figli, coloro che, seguendo Bergoglio, stanno distruggendo i valori e gli insegnamenti autentici del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, manipolando anche la Parola di Dio per i propri fini.

San Paolo infatti parla dell’unione dei cristiani in Cristo, uniti nell’unico battesimo di chi appartiene all’unico Corpo Mistico di Cristo, che è Chiesa, Universale, che raduna i cristiani autentici secondo il volere di Dio Padre. Bergoglio invece stravolge San Paolo e la Sua Parola per celebrare Lutero, colui che ha disprezzato la purezza di Maria, la Beata e sempre Vergine Maria, la Madre del Salvatore. Lutero e i luterani non appartengono al vero corpo mistico di Cristo, come invece afferma senza pudore Bergoglio. Bergoglio è un menzognero.

Ma tutto questo conferma che lo spirito di Bergoglio è unito allo spirito di Lutero. Per questo Bergoglio il 13 ottobre anziché celebrare e fare memoria dell’apparizione di Maria a Fatima ha preferito celebrare i luterani giunti in Vaticano, volendoli unire ai cattolici. Per questo Bergoglio ha indossato al collo una sciarpa intrecciata con i colori dei cattolici e quella dei protestanti. Per mostrare che l’unione già c’è. Per questo Bergoglio il 13 ottobre ha esposto in Vaticano la statua di Lutero!

Bergoglio e Lutero sono figli dello stesso spirito. Uno spirito anticristiano che ha portato entrambi a bestemmiare ciò che è Santo.

Ma la colpa di Bergoglio è più grande di quella di Lutero. E la sua condanna sarà per questo ancora più aspra, per aver ingannato milioni e milioni di fedeli che in buona fede non avrebbero mai voluto fare la fine dei protestanti, ma avrebbero semplicemente voluto rimanere cristiani autentici. E non essere ingannati da colui che, venendo dalla fine del mondo, condurrà i suoi seguaci nel baratro eterno.

Chi per la Chiesa di Cristo è stato scomunicato, da Bergoglio sarà celebrato. Chi da Bergoglio è stato scomunicato, dai veri figli di Dio e dagli uomini e donne di buona volontà sarà riconosciuto: Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi