Bergoglio come Sai Baba. “Noi siamo figli di Dio, tutti… come le dita di una mano: cinque sono le dita”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Buongiorno! Vi saluto cordialmente e ringrazio per questa vostra visita e per la vostra presenza. Per me è un vero piacere questo incontro di dialogo e di fraternità. Tutti siamo fratelli, e dove c’è fratellanza c’è pace. Noi siamo figli di Dio, tutti. E noi, come ha detto Sua Eminenza [il Card. Jean- Louis Tauran] abbiamo un padre comune sulla terra: Abramo, e da quella prima “uscita” di Abramo, noi veniamo, fino ad oggi, tutti insieme. Noi siamo fratelli e, come fratelli, tutti diversi e tutti uguali, come le dita di una mano: cinque sono le dita, tutte dita, ma tutte diverse. Io ringrazio Dio, il Signore, che ci ha aiutato ad essere riuniti qui. Il vostro dialogo tra voi, la vostra visita è una vera ricchezza di fratellanza, e per questo è una strada verso la pace, di tutti. La pace del cuore, la pace delle famiglie, la pace dei Paesi, la pace del mondo. Chiedo a Dio onnipotente che benedica tutti voi, e a voi chiedo, per favore, di pregare per me. Grazie tante” (Saluto al Comitato permanente per il dialogo tra il Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso e le sovrintendenze irachene, 29 marzo 2017)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

A quanti però l’hanno accolto, ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome” (Gv 1,12)

 

C) Commento:

Bergoglio sempre più rende noto il suo manifesto della sua nuova religione mondiale. Una religione nuova o, per meglio dire, una nuova filosofia religiosa su base mondiale che tende ad includere, oltre al cristianesimo, tutte le altre grandi filosofie religiose esistenti: cinque, appunto, come dice Bergoglio, come le dita di una mano: cristianesimo, ebraismo, islamismo, buddismo e induismo.

Questo è il progetto di Bergoglio, che altro non è che il progetto di Sai Baba, il santone indiano che, pur essendo morto, molti venerano come un dio, il cui spirito è vivo in coloro che, soprattutto nella chiesa di Roma, lo adorano e lo invocano.

L’inganno di Bergoglio e dei suoi sodali compagni in questo progetto è totale. Bergoglio con questo progetto tradisce totalmente Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. In Dio il Progetto di Salvezza si compie solo in Cristo e nel Cristianesimo, non in altre inutili e sterili filosofie religiose che non provengono da Dio. Una è la vera religione voluta da Dio per la salvezza dell’umanità: la religione di Cristo.

Questo è l’inganno di Bergoglio. Far credere che tutti sono figli di Dio. Solo i veri cristiani che credono in Cristo sono figli di Dio, come è scritto nel Vangelo di Giovanni. Gli altri sono creature di Dio, non figli. La differenza è totale, come totale è l’inganno di Bergoglio nei confronti di tanti cristiani che hanno perso la vera fede e che non riescono a capire l’inganno che dalle parole di Bergoglio si manifesta.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi