Bergoglio e la guerra

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

Padre Lombardi:
Allora, Santo Padre, benvenuto tra noi. Grazie di prendere anche in questo viaggio un po’ di tempo per salutarci e stare con noi. Noi siamo, come al solito, più di 70 da 15 Paesi diversi e speriamo di fare un buon servizio per diffondere le Sue parole e il Suo messaggio in queste giornate così importanti.
Siamo in giornate che ci emozionano tutti, come sappiamo, per quello che sta succedendo nel mondo, per quello che è successo ieri; e allora saremmo anche grati se, prima di salutarci personalmente, ci dicesse una parola su come Lei vive questo momento e come si appresta a incontrare i giovani del mondo in questa situazione. Grazie, Santo Padre.
Papa Francesco:
Buongiorno, e grazie per il vostro lavoro.
Una parola che – su questo che diceva padre Lombardi – si ripete tanto è “insicurezza”. Ma la vera parola è “guerra”. Da tempo diciamo: “il mondo è in guerra a pezzi”. Questa è guerra. C’era quella del ’14, con i suoi metodi; poi quella del ’39 – ’45, un’altra grande guerra nel mondo; e adesso è questa. Non è tanto organica, forse; organizzata, sì, ma organica… dico… Ma è guerra. Questo santo sacerdote, che è morto proprio nel momento in cui offriva la preghiera per tutta la Chiesa, è uno; ma quanti cristiani, quanti innocenti, quanti bambini… Pensiamo alla Nigeria, per esempio. “Ma quella è l’Africa…”. E’ guerra. Non abbiamo paura di dire questa verità: il mondo è in guerra, perché ha perso la pace.
Grazie tante del vostro lavoro in questa Giornata della Gioventù. La gioventù sempre ci dice speranza. Speriamo che i giovani ci dicano qualcosa che ci dia un po’ più di speranza, in questo momento.
Per il fatto di ieri io vorrei anche ringraziare tutti quelli che si sono fatti vivi con le condoglianze, in modo speciale il Presidente della Francia, che ha voluto collegarsi con me telefonicamente, come un fratello. Lo ringrazio.
Grazie.
Padre Lombardi:
Grazie, Santo Padre. Stia sicuro che anche noi cercheremo di lavorare con Lei per la pace, in questi giorni.
Papa Francesco:
Una sola parola vorrei dire per chiarire. Quando io parlo di guerra, parlo di guerra sul serio, non di guerra di religione, no. C’è guerra di interessi, c’è guerra per i soldi, c’è guerra per le risorse della natura, c’è guerra per il dominio dei popoli: questa è la guerra. Qualcuno può pensare: “Sta parlando di guerra di religione”. No. Tutte le religioni vogliamo la pace. La guerra, la vogliono gli altri. Capito?” (Saluto di Bergoglio ai giornalisti durante il volo Roma-Cracovia, 27 luglio 2016)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

In nessun altro c’è salvezza; non vi è infatti altro nome [C G] dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati” (At 4,12)

L’abbiamo già detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anàtema! Infatti, è forse il favore degli uomini che intendo guadagnarmi, o non piuttosto quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se ancora io piacessi agli uomini, non sarei più servitore di Cristo! ” (Gal 1,9-10)

Chi viene istruito nella dottrina, faccia parte di quanto possiede a chi lo istruisce. Non vi fate illusioni; non ci si può prendere gioco di Dio. Ciascuno raccoglierà quello che avrà seminato. Chi semina nella sua carne, dalla carne raccoglierà corruzione; chi semina nello Spirito, dallo Spirito raccoglierà vita eterna” (Gal 6,6-8)

 

C) Commento:

Il mondo è in guerra perché ha perso la pace“, dice Bergoglio.

Perché il mondo ha perso la pace? Perché il mondo ha perso Dio, il vero Dio e i Suoi insegnamenti. Il mondo ha perso la vera pace che solo Dio può dare perché il mondo non sente più il bisogno di Dio; e coloro che sono stati chiamati ad amministare le cose di Dio si servono del nome di Dio per amministrare i propri interessi senza curare più ciò che è di Dio.

Solo in Cristo e nella Chiesa di Cristo voluta dal Padre per la salvezza di tutte le genti vi è la vera Pace. Non in altre religioni che non sono volute da Dio ma sono state create dagli uomini. Non è vero che tutte le religioni sono uguali. Non è vero che tutte le religioni vogliono la pace.

Solo in Cristo, il Figlio del Dio Vivente, vi è la vera Gioia.

Solo in Cristo, il Figlio del Dio Vivente, vi è la vera Pace.

Solo in Cristo, il Figlio del Dio Vivente, vi è la vera Sincerità.

Solo in Cristo, il Figlio del Dio Vivente, vi è il vero Amore.

Bergoglio sta distruggendo il Progetto di Salvezza dell’umanità voluto da Dio Padre Onnipotente facendo credere che di fatto tutte le religioni sono uguali. Bergoglio inganna le coscienze di tanti uomini e donne che si lasciano incantare dal suo pensiero che tende ad umanizzare il pensiero di Dio, arrivando ad annullarlo e a distruggerlo.

La vera guerra che è in atto è quella tra lo Spirito del Bene e lo spirito del male. Bergoglio inganna le coscienze degli uomini e delle donne dicendo che “c’è guerra di interessi, c’è guerra per i soldi, c’è guerra per le risorse della natura, c’è guerra per il dominio dei popoli“. Discorsi da vecchio politico, non da uomo di Dio che dovrebbe portare tutti a credere a Cristo.

In realtà Bergoglio, dicendo che tutte le religioni sono uguali, allontana da Cristo e tradisce il Progetto di Salvezza del Padre, che solo in Cristo si compie e si manifesta. Nel suo progetto di nuova religione mondiale Bergoglio vorrebbe far credere che solo unendo tutte le religioni in una nuova unica religione globale si possa arrivare alla pace.

Ecco l’inganno che si manifesta. Questo pensiero umano tradisce il Pensiero di Dio, che non ha voluto tutto ciò. Al contrario il Padre, mandando il Figlio, ha permesso che il Figlio fosse sacrificato perché tutte le genti, credendo in Lui e nel Suo Sacrificio salvifico, si salvassero.

Ecco la vera guerra di religione che Bergoglio vuole negare e nascondere. I figli di Cristo e i figli di Maria non potranno mai accettare che il Pensiero di Salvezza del Padre, che in Cristo si compie, sia dissolto nell’unione di tutte le religioni in una nuova religione globale dove Cristo non è più la Roccia, la Pietra, dove Cristo semplicemente non è più.

Nella Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme Cristo è e sempre sarà. Mai Cristo sarà barattato o svenduto per seguire filosofie o nuove dottrine umane.

Questa è la guerra santa che i figli della Nuova Gerusalemme combatteranno con le armi dell’Amore e della Verità. E allora, soltanto allora, la Pace stabile ed eterna sulla Terra vi sarà.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi