“La pienezza di Dio è una pienezza annientata in croce”

 

A) Testo del discorso di J.M. Bergoglio:

(…) Gesù infatti afferma che si «riceve già ora in questo tempo cento volte in case, fratelli insieme a persecuzioni». Quindi «tutto e niente». Ha spiegato il Papa: «Tutto in croce, tutto in persecuzioni, insieme alle persecuzioni». Perché si tratta di «entrare in un altro modo di pensare, in un altro modo di agire». Infatti «Gesù dà se stesso tutto, perché la pienezza, la pienezza di Dio è una pienezza annientata in croce». Ecco quindi il «dono di Dio: la pienezza annientata». Ed ecco allora anche «lo stile del cristiano: cercare la pienezza, di ricevere la pienezza annientata e seguire per quella strada». Certamente un impegno che «non è facile». (…)Che sant’Alberto, ha concluso il pontefice, «ci insegni ad andare su questa strada, ci dia la grazia di andare su questa strada un po’ difficile del tutto e niente, della pienezza annientata di Gesù Cristo . (…)” (Omelia, Casa Santa Marta, 28 febbraio 2017)

 

B) Riferimenti alla Sacra Scrittura:

Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna” (Mt 19,29)

Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno” (Fil 1,21)

Dov’è, o morte, la tua vittoria?
Dov’è, o morte, il tuo pungiglione?
” (1Cor 15,55)
 

C) Commento:

Bergoglio continua senza sosta a bestemmiare Gesù e, in particolare, il Suo sacrificio di croce. Già in passato Bergoglio aveva clamorosamente affermato: Gesù, sulla croce, bestemmia? Il mistero è questo. Ora dice che: “la pienezza di Dio è una pienezza annientata in croce”. Come a voler dire che la pienezza di Dio non vale niente, non ha valore perché non è duratura, in quanto è stata annientata, sconfitta.

Ma la realtà è un’altra. La pienezza di Dio non è stata annientata dalla croce. Gesù nella Sua “pienezza” ha vinto ed ha annientato la morte, ha annientato il male, per donare a tutti i Suoi figli la Vita eterna. Non è la pienezza di Cristo ad essere stata annientata dal male, ma è stato il male ad essere stato annientato dalla santità piena di Cristo. Dio in croce ha vinto. E’ lo spirito maligno che in croce è stato sconfitto.

Bergoglio cerca di stravolgere i fatti e la storia della vita di Gesù, per mettere in cattiva luce la grandiosità e la santità di Gesù, l’Uomo Dio che ha vinto il mondo. La realtà è che Bergoglio disprezza Gesù e la Sua Vita (cfr.  Difendiamo Gesù e il Suo esempio di Vita). Per questo stravolge la realtà dei fatti del Vangelo per portare delle sue nuove false interpretazioni del Vangelo che vanno contro la Vita di Gesù.

Gesù, a coloro che hanno deciso di abbandonare tutto per seguirLo e servirLo, ha promesso “il centuplo in questa vita e la Vita eterna” (Mt 19,29). Ma per Bergoglio queste promesse di Gesù non hanno valore. Bergoglio giunge ad affermare che le promesse di Gesù sono “niente”. Mai nessuno aveva osato affermare ciò, così spudoratamente, pubblicamente e nel ruolo di pontefice della chiesa di Roma.

I santi e i martiri della storia di Dio, per quelle promesse, hanno donato la propria vita. Mai nessuno di Loro ha pensato che quelle promesse fossero “niente”, non avessero valore. Se avessero pensato che le promesse di Gesù fossero niente, non avrebbero fatto ciò che invece hanno fatto. Solo Bergoglio poteva disprezzare le promesse di Gesù e la vita di tanti santi e martiri (cfr. Difendiamo la vita dei Santi).

Ma tutto questo fa comprendere lo spirito che anima Bergoglio e coloro che lo seguono nella sua opera distruttrice del cristianesimo. Lo Spirito Santo non può certamente dimorare più in una casa, in una chiesa, dove ogni giorno si bestemmia la Persona di Nostro Signore Gesù Cristo e si persevera nel tentativo di cambiare le leggi fondamentali di Dio, con particolare riferimento al tema della sacralità della Vita e al valore del matrimonio cristiano e quindi della Famiglia.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi