Unico Dio, unica provenienza, unica salvezza

 

Uno è Dio, Creatore del Cielo e della Terra, Creatore di tutte le cose. Un unico Dio che si manifesta in Tre Persone uguali e distinte: Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Tutto proviene dal Padre. Ogni cosa ha origine da Dio, Padre Onnipotente, Creatore di tutte le cose.

Il Padre crea e il Suo Santo Spirito dà vita. La Vita vera, quella in Dio, si attua per mezzo dello Spirito, che dal Padre (e dal Figlio) procede.

Lo Spirito dà Vita, non secondo la carne ma divinamente. Lo Spirito procede dal Padre per manifestare nella carne la Sua viva presenza, la viva presenza di Dio nei Suoi figli, che tramite lo Spirito sono.

I figli di Dio sono animati dallo Spirito Santo, dallo Spirito divino, che caratterizza e distingue i figli di Dio dalle altre creature del Padre, del mondo animale o del mondo vegetale, che non possiedono l’anima, che caratterizza, distingue e rende unici i figli di Dio dalle altre creature.

Ecco che quindi il corpo dei figli di Dio è Tempio dell’anima. Il corpo, di carne, contiene l’anima, che non è di carne ma è da Dio, dallo Spirito. In quanto tale, l’anima è la cosa più preziosa e più importante che i figli di Dio posseggono e che sono tutti chiamati a custodire con cura.

Di conseguenza la provenienza dei figli di Dio è unica. Tutti provengono dall’unico Dio. Quel Dio che sempre, nella Sua storia, dopo averli creati, ha accompagnato i Suoi figli tramite l’azione del Suo Spirito, che nella storia è avanzato, si è manifestato e continua e continuerà ad avanzare per dare Vita, per aiutare i figli di Dio a perseverare nella storia con la giusta predisposizione di cuore e di animo, per mettere in pratica e far praticare a tutti la Via che conduce al Cuore del Padre.

I figli, che dal Cuore del Padre provengono, al Cuore del Padre sono chiamati a ritornare, lasciandosi condurre dalla guida dello Spirito.

Per mettere in pratica e far praticare la Via che conduce al Cuore del Padre si deve seguire l’azione dello Spirito che nella storia procede con linearità e che mai potrà contraddire Se stesso. Ma se non si riesce a comprendere dall’origine la Logica di Dio nella storia, non si riuscirà a comprendere l’azione dello Spirito nella storia ma si correrà il rischio di bollare come falso ciò che è autentico, così come accaduto al tempo di Gesù, quando i capi spirituali di quel popolo non riconobbero l’azione dello Spirito in quell’Uomo e lo condannarono a morte. Condannarono Colui che, senza colpa ma ripieno dello Spirito del Padre, era stato inviato da Dio Padre Onnipotente per risollevare ciò che era in rovina.

Così, i capi spirituali di quel popolo non riuscirono e non vollero comprendere e accogliere la Logica di Dio, che si manifestava per opera dello Spirito Santo in quell’Uomo. Eppure quell’Uomo, durante la Sua predicazione, cercò di far comprendere la necessità di dover rinascere dall’alto, quindi rinascere nello Spirito, affinché si potesse comprendere l’azione dello Spirito che in Lui si manifestava.

Nicodemo era uno dei capi religiosi di quel popolo e il suo cuore era attratto dall’insegnamento di quell’Uomo, a differenza di chi aveva il cuore duro e contaminato da uno spirito che non era da Dio ma che agiva contro Dio, contro i Suoi insegnamenti. Nicodemo avvertiva che lo Spirito era in quell’Uomo e non era contrapposto agli insegnamenti del Padre manifestati nel corso della storia precedente. Seppur attratto, non riusciva a comprendere fino in fondo la Logica nuova che quell’Uomo portava in Sè. Ecco l’invito fatto da Gesù a rinascere nello Spirito per poter comprendere le cose dello Spirito (cfr. Gv 3,1-21).

Gli Apostoli erano, per lo più, ignoranti, peccatori, gente semplice. Ma si sono lasciati rivestire dallo Spirito che era in quell’Uomo. Hanno accolto l’invito a rinascere dall’alto, nello Spirito. E lo Spirito li ha purificati, rinnovati e li ha resi, da ignoranti, i nuovi maestri della fede.

Gli Apostoli, mossi dallo Spirito che procedeva dal Padre e da quell’Uomo, insegnarono a tutti che tramite quell’Uomo, che era il Figlio del Dio vivente, il Padre aveva donato, nella Sua infinita Bontà e Misericordia, l’opportunità unica di potersi salvare dai propri peccati ed ottenere così la salvezza eterna. Nella Sua infinita misericordia il Padre aveva donato a quel popolo e ai popoli futuri l’opportunità unica di salvarsi. Ma quella salvezza non era gratuita. Non era senza condizioni. Presupponeva che le genti credessero in quell’Uomo e Lo riconoscessero come IL Salvatore del mondo. Tramite quell’Uomo, nel Piano di Salvezza del Padre, gli uomini avrebbero ottenuto la Salvezza.

Quindi l’unica Salvezza, per il mondo intero, credenti e non credenti di qualsiasi idea di religione vi fosse sulla Terra, da quel momento in poi si poteva ottenere solo e soltanto credendo in quell’Uomo e credendo che quell’Uomo fosse il Figlio del Dio vivente: Cristo Uomo Dio.

Di questo gli Apostoli furono testimoni. Questo ascoltarono da Gesù che parlava del “Figlio dell’uomo” al maestro Nicodemo: «Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel Nome dell’unigenito Figlio di Dio». (Gv 3,18).

Gli Apostoli, ascoltando queste ed altre parole, si misero all’opera e per Amore, mossi dallo Spirito Santo, si adoperarono, offrendo la propria vita, anche fisicamente, affinché quelle parole fossero prima ascoltate e poi messe in pratica da tutti gli uomini di buona volontà. Per questo diedero la vita. Per Amore di quell’Uomo vollero diffondere quelle parole al mondo intero, affinché tanti e tanti uomini potessero beneficiare dell’unica Salvezza, frutto dell’infinita Misericordia del Padre.

Per questo gli Apostoli vissero donando tutta la loro vita. Affinché gli uomini di buona volontà, ascoltando queste parole, potessero scegliere di aderire all’insegnamento di Cristo, abbandonando ciò in cui credevano, abbandonando altre idee di religione, per abbracciare l’unica vera religione voluta dall’unico Dio, nella quale si manifestava e si manifesta l’unica Salvezza possibile per l’intero mondo di buona volontà.

Con la manifestazione di Cristo, unica è la Salvezza del Padre.

Con l’avvento di Cristo, i veri figli di Dio sono coloro che ricevono il Battesimo in Cristo per opera dello Spirito Santo e che credono nella pienezza che Cristo è l’unico Salvatore del mondo.

Chi non riconosce Cristo come il Figlio del Dio vivente, non può essere chiamato e considerato figlio nella pienezza di Dio.

Chi non è battezzato o è battezzato in un’altra idea di religione perché dovrebbe battezzarsi in Cristo? Per rinascere dall’alto, nello Spirito, per divenire veri figli di Dio. L’unico Battesimo che consente di divenire veri figli di Dio è in Cristo, nello Spirito Santo che in Cristo rende figli di Dio. Senza questo battesimo non si è veri figli di Dio. L’unico battesimo che salva è il battesimo in Cristo, quello che opera lo Spirito Santo, che si manifesta solo e soltanto nella Chiesa di Cristo.

E’ inganno dire che vi è un solo battesimo che unisce tutti i cristiani. Il vero battesimo è quello operato dallo Spirito Santo, che si manifesta e viene somministrato nell’unica Chiesa di Cristo.

E’ inganno dire che tutte le idee di religione possono fondersi insieme nella parola “amore”. Chi non riconosce Cristo come il Figlio del Dio vivente non crede nel vero Amore, che si manifesta per volontà dell’unico Dio tramite l’unico Spirito solo e soltanto in Cristo.

Bergoglio inganna le menti e i cuori di coloro che vivono nell’ignoranza spirituale. Bergoglio approfitta della dilagante ignoranza che domina tra i credenti e i non credenti per far vivere loro una idea di religione che non è da Dio e non proviene né dallo Spirito Santo, né da Cristo, ma proviene dallo spirito che è in Bergoglio, che è contro lo Spirito di Cristo, uno spirito anti Cristo.

Non ci si deve servire, come fa Bergoglio, delle parole della Sacra Scrittura per poter scusare, giustificare, avallare il proprio agire e il proprio parlare stravolgendo il significato originale di quelle parole e stravolgendo il Piano di salvezza dell’unico Dio, da cui tutti provengono, per far confluire tutti i cristiani e gli uomini del mondo intero in una nuova idea di religione che non pone Cristo al centro di questo Progetto.

Così facendo si va contro il volere di Dio Padre Onnipotente.

Così facendo si va contro l’azione dello Spirito Santo nella storia.

Così facendo si annulla e si rende vano il Sacrificio di Cristo, morto per donare la vita a tutti coloro che avrebbero creduto in Lui. Questa è la vera misericordia del Padre che conduce all’unica Salvezza che è Cristo.

Nel momento in cui una casa è infestata di cose non sante, di pensieri non santi, ma è preda dell’autodistruzione, non può lo Spirito del Padre e del Figlio continuare a circolare. Così come è stato, è e sempre sarà.

Questa è la Logica di Dio che con coerenza si manifesta nella storia tramite l’azione del Suo Spirito. Un’azione dinamica, non statica.

Mai nessuno è riuscito a far comprendere come Dio avanza, custodisce, vive quotidianamente. Mai la parola di Dio potrà snaturarsi e adattarsi alle logiche di questo mondo, all’agire di questo mondo; ma soprattutto alle compiacenze di questo mondo.

Bisogna comprendere ogni parola della Sacra Scrittura, “snocciolarne” il significato per farlo rendere comprensibile e far comprendere a tutti il profondo e vero insegnamento che ogni parola vuole dare, senza stravolgerne e mutarne il significato.

Lo Spirito di Dio è stato, è e sempre sarà alla ricerca di chi vuole operare nella Verità, vivendo da santi. Per questo con coloro che nel passato hanno agito deliberatamente nel fermare, bloccare, l’azione dello Spirito nel Figlio di Dio, rinnegandoLo e uccidendoLo, non ci può essere Alleanza. Se tutto ciò ancora non è servito per comprendere ciò che si è fatto, l’errore di aver messo a morte il Figlio di Dio, non ci può essere Alleanza, benevolenza, Bontà da parte del Padre. Si deve riconoscere l’errore e chiedere perdono; e di conseguenza cambiare vita, abbracciare la vera religione, abbracciare l’unico Progetto di Salvezza del Padre nella storia, che si compie in Cristo.

Si deve comprendere l’azione dello Spirito che avanza nella storia. Non è un’azione fine a se stessa. E’ un’azione che avanza per portare tutti alla conoscenza, alla conoscenza piena, in Spirito e Verità.

Ecco che nel momento in cui deliberatamente si vuole tentare Dio in ogni Sua azione, Dio taglia e instaura un nuovo rapporto, una nuova figliolanza, una nuova Alleanza, che in Cristo è viva, piena e totale. Ciò che è avvenuto in passato, avviene nuovamente oggi.

Ecco che oggi, come ieri, l’infinito Amore del Padre ha fatto sì che all’uomo non potesse mai mancare la Verità e il Luogo dove poter comprendere e accrescere la propria spiritualità. Ecco che il Padre nella Sua Terra d’Amore ha preparato e nutrito il Suo popolo, per stipulare un nuovo rapporto, una nuova figliolanza, una nuova Alleanza, che nasce in Maria, Madre Chiesa, Nuova Gerusalemme, ed è viva in Cristo che, in Spirito e Verità, guida i figli alla Salvezza.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi