Lettera aperta di Teresa Russo

 

Sono una fedele della CHIESA CRISTIANA UNIVERSALE DELLA NUOVA GERUSALEMME ed in quanto tale, voglio anch’io far sentire la mia voce a difesa di questa Chiesa e di coloro verso i quali sono rivolte, ingiustamente, accuse, calunnie e menzogne, avendo come unica “colpa” quella di AMARE.

Vivo questo cammino di fede nella libertà, pienamente consapevole della mia scelta, senza alcuna costrizione né condizionamenti. Non ci sono ombre in questo cammino, perché questo è un cammino di LUCE.

Non c’è mai stata discontinuità, né alcuna differenza tra l’operato di Maria Giuseppa Norcia e l’operato di Samuele Morcia, unico è l’insegnamento trasmesso, non solo con le parole, ma con l’esempio di una vita santa: “VIVERE LA CRISTIANITA’ AUTENTICA”, rispettando i dieci comandamenti di Dio e vivendo i veri insegnamenti di Cristo.

Come fedele di questa Chiesa, mi impegno quotidianamente, con tutte le mie forze, a rispettare questi insegnamenti, per poter giungere a rivolgere, con sincerità, il mio sguardo d’amore al Padre e poter vivere così la gioia e la pace nel cuore.

Ringrazio ogni giorno il Padre per averci donato questa Terra d’Amore, dove si respira aria di Paradiso; ringrazio Maria Giuseppa Norcia per aver permesso che tutto ciò si realizzasse e desidero ringraziare dal profondo del mio cuore il nostro Pontefice Samuele, la sua sposa Anna e tutti i Ministri che donano la loro vita solo e soltanto per amore a Dio e ai fratelli.

Santa Maria Capua Vetere (CE), 05/02/2018

Teresa Russo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi