Lettera aperta di Teresa Fiengo

 

Mi chiamo Teresa Fiengo.

Ho messo piede alla Culla di Gesù Bambino il 29 giugno del 1997, in occasione del cinquantesimo anniversario della prima apparizione di Gesù Bambino a Maria Giuseppa Norcia.

La prima grazia che ho ricevuto, quello stesso giorno, è stata la certezza incisa nel mio cuore che il padrone di casa di questa terra d’amore fosse proprio Gesù.

Tale certezza è stata confermata nel corso degli anni dall’esempio di vita impeccabile, del tutto conforme agli insegnamenti del Padre, di Maria Giuseppa Norcia prima… di Samuele Morcia oggi.

Tengo a precisare che ho accettato in piena libertà il primo invito ed ho continuato e continuo a vivere nella stessa libertà tutto quanto il Padre permette nella Sua dimora.

D’altronde non poteva e non può essere diversamente in quanto Dio ha sempre lasciato libero l’uomo di accoglierLo o non accoglierLo nella propria vita…

Chi afferma il contrario purtroppo non conosce veramente Dio.

Chi ha avuto la grazia di mettere i piedi in questa terra d’amore conosce bene in cuor suo la VERITA’.

Chi non ha avuto ancora la grazia di incontrare gli occhi di Gesù Bambino…venga quanto prima…per sperimentare di persona le meraviglie che solo Dio può donare al loro cuore.

Ercolano, 11 febbraio 2018

      Teresa Fiengo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi