Lettera aperta di Sonia Bettinelli

 

Mi chiamo Sonia Bettinelli, abito a Salerno e frequento la Piccola Culla di Gesù Bambino dal 2005.
Desidero unire la mia voce a quella di tutti i fratelli in Cristo che, qui, in questo luogo Santo, hanno incontrato Dio e si sono lasciati pervadere dal suo infinito amore. E, con amore, passione, libertà, desidero difendere ciò che a Dio appartiene. Ecco ciò che scaturisce dal cuore di coloro che accolgono con semplicità il pensiero di Dio: si sforzano quotidianamente di mettere in pratica i suoi insegnamenti e, riconoscendosi fratelli nello Spirito, desiderano tutti stringersi attorno al loro Padre che li ha rigenerati. Desiderano unirsi spiritualmente per divenire un cuore e un’anima sola e levare il loro grido d’amore e lodare e ringraziare il Padre per il suo immenso dono: la Terra d’Amore, la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme e tutti coloro che, provenienti dal cuore del Padre, chiamati ad essere strumento e posti ad esempio di Famiglia Santa, hanno totalmente offerto la propria vita per portare a compimento il progetto di salvezza del Padre, per l’umanità intera.

Salerno, 29 gennaio 2018

                                                                                                                                              Sonia Bettinelli




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi