Lettera aperta di Sara Miraglia

 

Gesù dice:
“Da i Frutti riconoscerete l’Albero”.

Mi chiamo Sara, ho 25 anni e sono giunta nella Nuova Gerusalemme nel 2011.

Nonostante io non abbia conosciuto fisicamente Giuseppina Norcia, ho potuto farlo spiritualmente grazie ai frutti che Lei ha donato a tutti gli uomini di buona  volontà.

Samuele è Il Frutto che Dio ci ha donato tramite la nostra Mamma spirituale. E’ colui che come Lei, sta donando la propria vita per il Piano di Amore e di Redenzione per la gloria e in onore al Padre. E’ un vero uomo prima di essere un vero cristiano.

Il mio cuore non ha dubbi, perchè in questa Chiesa  da Lui guidata,ritrovo tutto ciò che sempre ho cercato. Riscontro gli insegnamenti di Cristo di Maria e dei Santi, il credere e mettere in pratica i comandamenti del Padre e una fratellanza vera,viva e profonda. Nella totale libertà che sempre mi è stata lasciata voglio testimoniare a voce alta l’appartenenza alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme e voglio ringraziare voi tutti che siete parte Viva di questa Chiesa, perchè tramite voi ho riconosciuto ” l’ ALBERO DELLA VITA.”

Mondragone, 30 gennaio 2018

Sara Miraglia




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi