Lettera aperta di Russo Anna Maria

 

Mi chiamo Anna e con grande orgoglio e nella piena libertà faccio parte della CHIESA CRISTIANA UNIVERSALE DELLA NUOVA GERUSALEMME.

Sono arrivata in questa terra d’amore la domenica delle palme del ’95, con un carico di problemi familiari che già da tempo mi avevano allontanato da Dio.

Ma già quel giorno stesso, passando davanti alla Culla le cosse iniziarono a cambiare, soprattutto nel mio cuore.

Le cose migliorarono di più quando finalmente incontrai quell’umile semplice e amorevole donna: Maria Giuseppa Norcia. Da Lei ho ricevuto tanti amorevoli consigli, ma anche dolci ammonimenti che mi hanno fatto diventare una donna nuova, capace di amare, perdonare e rispettare la legge di Dio.

Tutto ciò si è rafforzato quando ho incontrato tra la folla un giovane dolcissimo ed umile: Samuele. Nel sentirlo parlare il cuore mi batteva forte ed ebbi la consapevolezza che Lui era molto diverso da noi e mi fu facile associarlo alla nostra Mamma Giuseppina. In Lui vedevo Lei e alla morte di Mamma non mi sentii orfana.

Perciò insieme a tanti fratelli mi ergo per poter difendere questo grande Mistero, ma soprattuto difendere Coloro che con grande umiltà con tanto amore ed infinita dolcezza lo guidano.

Quanto a voi che state infangando questo Mistero riesco solo a dire VERGOGNATEVI!!!!…….Siete stati per tutti noi una grande delusione.

Curti(ce), 06.02.2018

                                  Russo Anna Maria




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi