Lettera aperta di Rita Pati

 

Tutto ci ha donato Maria G. Norcia, si è addossata tutte le nostre infermità con amore di madre.

Quante volte arrivavo alla Culla piena di pesi del mondo, un incontro con i suoi occhi, le sue parole, mi sentivo liberata come da una coltre.

Lei non ci ha lasciati soli. Ci ha donato Samuele che continua mirabilmente la missione voluta dal Padre e ci guida con dedizione e amore profondo.

Arrivata alla Culla con mio marito nel settembre dell’85, i nostri cuori si sono, con l’aiuto di Dio, sempre più legati a questo Santo Mistero.

Ringraziamo incessantemente Dio di averci chiamati a far parte della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, dove si respira aria di Cristianità autentica, dove finalmente la Legge di Dio si vive nella sua essenza e nella sua sostanza, autenticità che ogni cristiano è chiamato a vivere.

“Ai sapienti del mondo” con le parole di San Paolo Apostolo ripeto: vi assumete la responsabilità di ciò che dite, infangando ciò che è Puro, Santo, Innocente, vedete dunque di non trovarvi in lotta con Dio stesso.

Cassino – Fr  28 Gennaio 2018

Rita Pati




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi