Lettera aperta di Rita Campiglia

 

Con fierezza dichiaro di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

Provo infinita riconoscenza per Mamma Maria Giuseppina, il nostro Sommo Pontefice Samuele e la sua sposa Anna.

Loro che solo per Amore si sono fatti strumento nelle mani del Padre per portare a compimento questo Grande Mistero di Salvezza.

Loro mi hanno fatto conoscere ed amare Cristo, i suoi insegnamenti e i comandamenti di Dio. Non rinunciate a questo “Grande Tesoro” che lenisce le ferite dell’anima donando gioia, pace e serenità.

Mettete da parte il vostro “io” e con un po’ di buona volontà venite e vedete dove sta la Verità.

Latina, 06 feb 2018

Rita Campiglia




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi