Lettera aperta di Pia Luisa Fiorentino

 

Frequento la Culla di Gesù Bambino di Gallinaro dal 1994, prima con mia madre e poi alla sua morte, avvenuta nel 2006, da sola anche se ho cinque tra fratelli e sorelle. Mi ricordo  ancora le parole di mia madre, una volta mi disse : “sono sicura che tu continuerai questo cammino .”

Sono orgogliosa di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme e ringrazio Dio per avermi scelta . Mi rammarico ogni volta che ne sento parlare male.

Ho conosciuto Mamma Maria Giuseppina Norcia, donna molto umile e piena di fede che mi diceva sempre di pregare. Io ero già una credente ma in questo luogo Santo in me è cresciuta ancora di più la fede. Dopo la salita al Cielo di Mamma Giuseppina ho conosciuto colui che, chiamato per volere Divino, è venuto a completare il progetto d’Amore affidato prima a Giuseppina : Samuele Morcia che ci guida con tanto amore in questo cammino. Ho avuto modo di conoscere anche la sua dolce sposa : Anna.

Sia Samuele che Mamma Giuseppina mi danno la forza di affrontare ogni giorno le prove della vita.

Non sono stata costretta da nessuno a frequentare questo Luogo Santo, lo difenderò sempre e gli sarò sempre fedele poichè è un Mistero voluto da Dio e non dagli uomini.

Grazie Mamma Giuseppina
grazie Samuele
grazie Anna
grazie Vincenzo
grazie a voi tutti : Ministri di Dio e parenti tutti.

Vico Equense (NA), 10/03/2018

Pia Luisa Fiorentino




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi