Lettera aperta di Pellegrino Ilaria

 

Mi chiamo Ilaria e faccio parte di questo cammino da 6 anni. Mia mamma frequentava già questo cammino da qualche tempo. Sono sempre stata una persona molto curiosa, e ,infatti, quando la domenica ritornava a casa le facevo tante domande circa quel Luogo. Un giorno, decisi di andarci e da lì tutto è cambiato nella mia vita. Conobbi Samuele, il Pontefice. Inizialmente notai subito in Lui, qualcosa di diverso.
Sfortunatamente non ho conosciuto Maria Giuseppina Norcia, Colei che ha pronunciato quel “Sì” al Padre, dando nuovo Inizio, quell’Inizio che, successivamente, ha affidato a Samuele che non ha fatto altro che continuare la Missione affidatagli da Dio.
Mi fa molta rabbia sapere che ci sono persone che, nonostante la privilegiata conoscenza con Maria, non accettino il nostro Cammino, infangando il Pontefice di questa Chiesa e la Sua famiglia. Mi fa male pensare che, dopo aver assaporato il Mistero di Dio, lo rinneghino, inventando accuse piene di cattiveria e dicendo che questo Mistero è cambiato dalla morte della Nostra Mamma Spirituale.
Solo gli umili,  coloro che si faranno plasmare dalla Volontà e dall’Amore del Padre, riceveranno la Gioia e la Pace.

San Prisco (CE), 08/02/2018

Pellegrino Ilaria




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi