Lettera aperta di Nicola Ruoppo

 

Sono molti anni che frequento la Culla di Gesù Bambino con tutta la mia famiglia. In questo Luogo Santo abbiamo ricevuto sempre e solo amore da Maria Giuseppa prima e da Samuele ora. Due persone meravigliose ricche di fede, amore, umiltà, spirito di sacrificio nell’accogliere ed aiutare tutti, sincere e coerenti. Tutto ci hanno donato e ci donano gratuitamente. Ecco perché mai più abbiamo abbandonato questa Culla Santa. Mai nessuno ci ha costretti o obbligati a frequentare questo Luogo Santo. Ci siamo sempre sentiti liberi e se ancora continuiamo a frequentare è perché solo in questa Culla Santa abbiamo trovato tanta Gioia, Pace, Sincerità e Amore che in nessun altro luogo è possibile trovare.

Prima di arrivare alla Culla non ero un uomo di fede, vivevo una vita totalmente lontana dai principi e dai valori cristiani e a causa di questo non c’era pace nel mio cuore né nella mia famiglia. Ma grazie all’aiuto e ai santi consigli di Colei che mi è Madre nella fede, Maria G. Norcia, pian piano tutto è cambiato e se oggi mi sforzo di vivere da vero cristiano e nella mia famiglia regna la pace è solo grazie a Lei. In tutti questi anni ho sempre frequentato questo Mistero con assiduità insieme a tutta la mia famiglia per cui siamo testimoni di ogni passaggio. Siamo testimoni di quando Maria Giuseppa molti anni fa, prima del 2000, ci parlava di un giovane che Dio Padre ci avrebbe mandato per aiutarla a portare avanti questo Mistero e a guidare tutti noi fino al compimento finale. Siamo testimoni del giorno in cui questo giovane, Samuele Morcia, è arrivato. Possiamo confermare anche che fu Lei stessa ad indicarcelo e ad esortarci a seguirlo fidandoci di lui.  Siamo stati anche presenti in quel momento importante, nel giorno del matrimonio di Samuele ed Anna, in cui Mamma Maria Giuseppa prese Gesù bambino davanti a tutti i fedeli e lo consegnò nelle mani di Samuele come segno del futuro passaggio alla guida del Mistero che oggi viviamo in pienezza. Da quel giorno Lei appariva sempre meno e quando lo faceva non perdeva occasione per esortarci ad avere sempre più fiducia in Samuele. Noi abbiamo creduto in Lei e per amore Suo abbiamo creduto in Samuele. Ma con grande gioia oggi riscontriamo in lui le stesse virtù e gli stessi sentimenti di Maria G. Norcia e attraverso la sua opera vediamo il naturale compimento del Mistero iniziato dalla nostra Mamma. Come fanno certe persone false e cattive, animate solo da superbia e meschini interessi personali, a dire che prima era una cosa ed oggi è un’altra cosa? Dove stavano loro prima, cioè al tempo di Mamma Giuseppina? Forse non erano ancora nati o erano troppo piccoli per poter comprendere e vivere ciò che noi abbiamo vissuto e di cui siamo testimoni.

Tutto si compie e tutto si compirà nonostante ogni ostacolo ed ogni vile attacco.

Insieme alla mia famiglia desideriamo con tutto il cuore continuare nella fedeltà a vivere il nostro grande Mistero d’Amore voluto dal Padre per la Salvezza dell’umanità: la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme. Grazie Maria Giuseppina Norcia, grazie Samuele Morcia, grazie Anna, insieme ai nostri Ministri vogliamo rinnovare ogni momento il nostro Sì e il nostro perenne amore.

Falciano del Massico (CE), 29 Gennaio 2018

Nicola Ruoppo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi