Lettera aperta di Morena Audino

 

Continuo a leggere con piacere di fratelli e di sorelle che si schierano a difesa della Chiesa Universale della Nuova Gerusalemme e delle cattiverie che contro di essa vengono dette e mi unisco col cuore (e con queste poche righe) a tutti loro.

E’ tutto scritto, e ci si sta rivelando poco a poco ma sappiamo bene che la falsità, la cattiveria e le calunnie che stanno inondando Samuele, la Sua sposa Anna, i Ministri e tutte le persone che, come me, sono parte di questa Chiesa, sono come l’acqua che scorre, perché in questo posto è tutto voluto da DIO, non c’è opera umana ma solo cuori sinceri e puri che si uniscono attorno a qualcosa di UNICO.

Sono arrivata alla Piccola Culla per la curiosità di scoprire cosa ci fosse ma con il pregiudizio che fosse un posto come tanti altri e invece ricordo che quando misi piede in quel Cortile dell’Amore è stato effettivamente proprio solo Amore che raccolsi, quell’Amore gratuito e sincero che proveniva da gente mai vista fino a quel momento e che non voleva nulla in cambio… Eh si, è anche questo che mi ha sconvolta, il non volere nulla indietro, l’assenza totale di cestini per raccogliere offerte e/o di persone che chiedevano se volevi donare qualcosa…nulla, in quel luogo Santo puoi solo ricevere Amore!

Dire di non conoscere Giuseppina sarebbe un errore perché è vero che fisicamente e umanamente non l’ho mai vista ma la vera conoscenza è quella Spirituale e allora sì che la conosco, sì che so l’Amore con il quale si donava ad ogni singola persona che passava da quella finestrella, sì che so con che Umiltà, Saggezza e Purezza di cuore ha detto quel Sì che ha cambiato la vita a tutti noi… E’ la stessa Umiltà, la stessa Saggezza e la stessa Consapevolezza col quale ora Samuele porta avanti il Mistero Divino. Quel sorriso, quello sguardo di colui che si Dona ogni giorno, ogni volta che provi a dirgli una parola e non riesci per l’emozione incontenibile, non si possono dimenticare. In questo luogo Santo si invita rispettare i 10 Comandamenti, a diventare Cristiani Autentici, Retti e Generosi, nessuno è obbligato a restare ma anzi, personalmente ho sempre sentito dire che la porta è aperta sia per entrare che per uscire, è una scelta e come tale, se si entra si viene accolti e se si esce si viene rispettati. Lo stesso rispetto andrebbe rivolto da chi sceglie di non appartenere più al Corpo Mistico della Chiesa a chi ne fa parte e ha dato solo Amore, senza mai tradire la fiducia. Spero vivamente di non dover più ergermi a difesa contro falsità ma bensì di farlo per Orgoglio di esserne parte.

Torino, 12/02/2018

Morena Audino




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi