Lettera aperta di Miriam Di Caprio

 

Sono Miriam Di Caprio e sono una fedele della PICCOLA CULLA del BAMBINO GESU’ da quando ero in grembo di mia madre. Sono nata nel 2004 e sto crescendo in questa Terra Santa, essendo ancora molto piccola non ricordo tanto di Mamma Giuseppina Norcia, donna molto umile, ma ho un solo ricordo, per me molto importante, quando lei chiuse la cappellina con quel viso sempre illuminato dal sole.

Era sempre pronta ad aiutare tutti anche solo con un sorriso. La mia famiglia mi ha sempre raccontato di quando Mamma Giuseppina parlava della venuta di un giovane, che avrebbe preso il suo posto e cosi è stato, suo Figlio Spirituale Mario Samuele Morcia. Grazie a quest’uomo tanto generoso, io, insieme a tanti altri miei coetanei ci viene insegnato a essere esempio per il mondo. MAI nessuno mi ha obbligata di credere o non credere, di appartenere o non appartenere a questa Chiesa. Tutte le persone che si credono in diritto di offendere questa Chiesa con cattiveria, dico solo di smetterla di offendere senza sapere quanto amore c’è dietro alla nostra FAMIGLIA SANTA. Io credo con tutta me stessa nella Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme e per questo mi sento di dare la mia testimonianza come fedele di questa MADRE CHIESA.

San Prisco (CE),  7 Febbraio 2018

                                                                                                               Miriam Di Caprio




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi