Lettera aperta di Michele Varone

 

Sono stato un cattolico praticante e ho avuto fin da piccolo fede in Dio, grazie agli insegnamenti della mia famiglia.  Un giorno però feci un pellegrinaggio a piedi alla Culla di Gesù Bambino di Gallinaro per poter conoscere meglio una ragazza che frequentava questo luogo.  Là conobbi Giuseppina Norcia, una delle ultime volte in cui parlava alla finestrella e compresi subito che era una persona speciale.

La mia presenza alla Culla era saltuaria, ma l’esempio di quella ragazza gentile, altruista, generosa, con tanto amore per il prossimo e una grande fede in Dio (in altre parole la persona ideale con cui passare la vita insieme), nel frattempo diventata la mia fidanzata e successivamente mia moglie, mi hanno portato a scegliere di far parte della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme!

L’esempio è più importante di un milione di discorsi e questo, come ben sappiamo, vale per ognuno di noi! Nella nostra Chiesa Dio è al primo posto, poi c’è la famiglia, la più piccola chiesa domestica, poi viene tutto il resto.

Molti hanno definito la nostra Chiesa come una setta…… senza guardarsi intorno: fulmini cadono sulle cupole, porporati vengono inquisiti per pedofilia, festini clandestini e sperpero di denaro dei fedeli, Gesù Cristo viene equiparato ai simboli dell’Islamismo, dell’Ebraismo, del Buddismo.

Gli aspetti che contraddistinguono una setta sono tanti: la paura irragionevole del mondo esterno, l’obbligo di riferire ogni cosa al leader sui propri amici, familiari e parenti, l’obbligo di allontanarsi da tutte le persone che non siano appartenenti alla setta o che sono in disaccordo con i leader, l’obbedienza incondizionata al leader della setta, l’assenza di informativa in materia di bilancio o spese, l’obbligo di cessione di beni personali alla comunità religiosa e il versamento di grosse somme di denaro di nascosto dal resto della famiglia, lo spostamento dei soldi dei fedeli su conti esteri e in paradisi fiscali.

Tutto ciò, però, non ha nulla a che fare con la nostra Chiesa dove tutto avviene sotto la luce del sole e dove chi vuole può entrare a far parte nella semplicità, e non farne più parte nella più assoluta libertà, senza dover chiedere il permesso a nessuno, proprio perché ognuno è libero di pensare e di valutare ciò che vede con la propria testa.

La massima fiducia che ripongo in Samuele, nonostante io sia una persona molto razionale, è nata in questi anni in cui ho avuto modo di conoscerlo, come pure dal veder realizzate giorno dopo giorno tante profezie della Vergine Santissima e di Santi riconosciuti nel corso dei secoli (Akita, La Salette, Fatima, Emmerick, Padre Gobbi nonché le parole scritte nel Catechismo della Chiesa Cattolica di Giovanni Paolo II e nell’Apocalisse di San Giovanni Apostolo).

Qualche tempo fa feci un sogno particolare in cui un conduttore del telegiornale nazionale parlava delle più grandi religioni monoteiste mondiali, quali il Cristianesimo, l’Islam, il Buddismo, l’Ebraismo, ecc. e poi si soffermava su una nuova religione sorta a Gallinaro: “la Chiesa Cristiana Universale Della Nuova Gerusalemme”, definendola come quella che cresceva più velocemente!

Siamo d’accordo… Si tratta solo di un sogno! Ma l’esempio di correttezza, onestà e coerenza dei fedeli potrebbe davvero farlo avverare.

San Giorgio a Liri, 18 febbraio 2018

Michele Varone




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi