Lettera aperta di Matteo Picano

Con questa lettera anch’io voglio unirmi ai miei fratelli che si stanno impegnando nella difesa di Samuele e dei Ministri della nostra Chiesa.

Frequento la Piccola Culla del Bambino Gesù dalla nascita, ed oggi, che ho 22 anni, ripensando a quando mi è stato presentato Samuele, ricordo ancora che le sue parole mi colpirono immediatamente. Ora come allora, quando lo sento parlare i suoi discorsi sono sempre finalizzati a lodare Dio e mai se stesso. Inoltre lo riconosco come vero Pontefice di questa Chiesa, perché prende a cuore i bisogni di tutti noi e ci sprona a vivere la vera cristianità, proprio come faceva Maria Giuseppina. Per questi motivi non comprendo le accuse che vengono mosse contro Samuele, Anna, Maria Giuseppina e i Ministri della nostra Chiesa, che ci sono sempre d’esempio, e che con umiltà e obbedienza Santa servono Dio Padre.

Con orgoglio e nella totale libertà, con questa lettera voglio ribadire la mia appartenenza alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

Formia, 29 gennaio 2018

                                                                                                                                                                             Matteo Picano




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi