Lettera aperta di Marta Pagnani

 

Credo non sia semplice scrivere in due righe quello che il Signore mi ha regalato in 20 anni di cammino.

Non ci sono parole per esprimere l’infinito amore incondizionato che Maria Giuseppa Norcia e Samuele Morcia hanno donato a me e alla mia famiglia.

Nel 2005 abbiamo perso improvvisamente la nostra secondogenita Myriam. Inutile descrivere la disperazione che attanagliava i nostri cuori.

La nostra cara Maria Giuseppa Norcia è venuta amorosamente in nostro aiuto consegnando il nostro cuore a Samuele e Anna che hanno saputo medicarlo e curarlo con infinito amore. Grazie a loro abbiamo ricominciato a vivere. Per questo la mia famiglia ed io ne saremo eternamente grati.

Con il passare degli anni abbiamo avuto modo di conoscere tutta la famiglia anche quella  di Vincenzo. Abbiamo trascorso momenti indimenticabili assieme di grande insegnamento per noi ,sia nelle quotidianità ,sia nella profonda spiritualità. Ma ora con tutto quello che sta succedendo, da testimone oculare e da figlia di questa Chiesa, sento il desiderio ardente di difendere questa famiglia da tutte le accuse infondate, denigratorie e menzognere che le sono state rivolte. Facile , ma comunque non corretto, parlare per chi non conosce , ma e’ peggio che parli chi ha conosciuto e vissuto tanti passaggi, tante conversioni , tanti doni ricevuti grazie all’Amore Gratuito di Maria Giuseppa Norcia prima e Samuele ora. A questa famiglia si deve RISPETTO!

Concludo a gran voce che sono fiera di credere a questo Grande Mistero D’Amore e che sono ancor più orgogliosa di far parte della Chiesa Cristiana Universale Della Nuova Gerusalemme!

Atina , 28/01/2018

Marta Pagnani




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi