Lettera aperta di Marianna Mele

 

Ho iniziato a frequentare la Culla del Bambino Gesù dal 1990 poco più che bambina. Ho avuto l’onore di conoscere M. Giuseppina Norcia (donna umile, mite, dolce e con un cuore grande) che ci ha sempre trasmesso il Suo immenso Amore per Gesù e Maria e ci ha incoraggiato ed esortato a seguire i Loro insegnamenti, e a rispettare ed amare “i 10 Comandamenti”. In seguito ho conosciuto e riconosciuto in M. Samuele Morcia quello stesso Amore per Gesù e quelle stesse virtù che erano “presenti” in M.G. Norcia. Nel nostro amato Pontefice e nella Sua sposa (Anna) rivivo la cristianità autentica che ha contraddistinto l’intera vita terrena di Colei che per tutti noi è “mamma spirituale”. Alla Piccola Culla concetti come amore, gioia, serenità, pace, hanno assunto un significato “vero e profondo”. Mi sono sentita amata, accolta, protetta, ascoltata e mai giudicata. Ringrazio il mio Pontefice, la Sua sposa, Anna, tutti i ministri (che Dio ha scelto) e tutti i fratelli che con il loro esempio di vita e di santità mi aiutano e ci aiutano a vivere questo cammino irto e non privo di ostacoli. Ringrazio il Padre Onnipotente per avermi chiamata a vivere “la SUA Chiesa” con umiltà ma con orgoglio, nella mitezza ma fiera.

Sala Consilina (SA)

Marianna Mele




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi