Lettera aperta di Maria e Rita Coppola

 

Siamo due sorelle Maria e Rita e oggi vogliamo dare la nostra testimonianza come Fedeli  della Chiesa Universale della Nuova Gerusalemme.
Siamo  giunte alla Culla  nel 1988 e qui abbiano riscoperto la bellezza l’amore di Gesù e li abbiamo  pronunciato il nostro  Si con il cuore credendo   in tutto ciò che  la Donna di Dio prima e Samuele oggi con il loro ci donano.
Ringraziamo Mamma Giuseppina che ha donato se stessa a Gesù per il piano di salvezza per l’umanità a lei tanto cara.
Il nostro desiderio quando ci recavamo alla Culla di Gesù Bambino era ed è una preghiera nella quale chiediamo di essere fedeli sempre  a Gesù e non esser ulteriore causa di sofferenza all’amata Madre.
Oggi il mistero è condotto da Samuele donato dal Padre come era già preannunciato nelle catechesi degli anni passati rivelate  a Maria Giuseppina.
Allora non comprendevamo nella completezza i  messaggi come riusciamo a comprenderli oggi .
Abbiamo custodito nel cuore quei messaggi  con amore e devozione  incondizionata come un tesoro, fino ad oggi.
Ecco i tempi preannunciati.
O  si accetta tutto o si rinnegare tutto.
Oggi abbiano dinuovo detto si,  a Dio Padre.
Il cammino è tutto non metà, come oggi qualcuno vuole fare credere con l’inganno, che prima era una cosa è adesso un altra.
Noi crediamo oggi come 30 anni fa incondizionatamente e crediamo  fermamente nel Signore quale ci  ha nuovamente  donato Samuele e la sua famiglia esempio tangibile di amore e santità, insieme ai suoi ministri, per proseguire il  progetto Divino.
Signore illumina tutti i fratelli di buona volontà.

Sala Consilina (SA), 03/02/2018

Maria e Rita Coppola




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi