Lettera aperta di Maria Intonato

 

Mi chiamo Maria Intonato, vivo la culla di Gesù Bambino dal 1989 e la frequento tutt’ora.

Sono orgogliosa di far parte di questo grande mistero di salvezza per l’umanità, ed essere figlia della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

In questo luogo santo ho avuto la grazia di conoscere personalmente Maria Giuseppa Norcia.Una Donna di grande umiltà e di grande fede.Sono stata accolta con tanto amore da lei nel momento più difficile della mia vita perchè mi ero persa nelle strade del mondo. Oggi la ringrazio per avermi portato a Gesù sulla Via della Vita. Sono fiera di far parte del corpo mistico di Cristo.Nel 2000 ho avuto modo di conoscere anche quel giovane da Lei molto atteso, Samuele Morcia che insieme alla sua sposa Anna portano oggi avanti con umiltà e dedizione questo Mistero di salvezza in perfetta continuità a Maria Giuseppa Norcia.

Sono molto indignata nel sentire tante menzogne e tante cattiverie da parte di persone false che dimostrano con il loro atteggiamento di non essere nè uomini nè cristiani. Sono testimone del fatto che ognuno è assolutamente libero di far parte di questa Chiesa senza essere sottoposto ad alcuna costrizione.Questa è la mia fede radicata in Cristo e Maria e nessuno può strapparla dal mio cuore.

Grazie di cuore a Mamma Giuseppina, Samuele, Anna e Vincenzo.

Siete la nostra famiglia.

Milano 31/01/2018

Maria Intonato




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi