Lettera aperta di Maria Gaetana Pezzella

 

Mi chiamo Maria Gaetana Pezzella e sono arrivata alla Culla di Gesù Bambino, insieme alla mia famiglia, nell’agosto del 2009, troppo tardi per conoscere fisicamente Maria G. Norcia. In seguito ai racconti di coloro che l’ hanno conosciuta sono riuscita ad incontrarla nello Spirito ed ogni volta che ritorno in questa Terra d’Amore avverto la sua viva presenza, in quanto ciò che in questa Terra si vive oggi e pari a ciò che lei stessa ha vissuto per tanti anni. Ho avuto la gioia di conoscere Samuele Morcia, un fratello tra fratelli, un uomo retto, dal cuore generoso e sempre pronto a donarsi e a dare un consiglio. Grazie al suo esempio di vita in Cristo mi ha insegnato ad amare Dio, e mi ha indicato come viverlo nella pienezza, mettendo in pratica i Dieci Comandamenti ed amare il prossimo come me stessa.

Ho scelto di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme nella piena libertà e in quanto testimone di ciò che si vive in questa Chiesa avverto un forte dolore e soprattutto una forte rabbia nei confronti di coloro che, pur avendo vissuto e toccato con mano hanno girato le spalle e non contenti stanno gratuitamente gettando fango contro il Mistero di Gesù Bambino e contro coloro che per questo Mistero hanno donato la vita. Non trovo modo per spiegare questo comportamento se non accostarlo alla totale assenza di Dio nel loro cuore e quindi mossi da uno spirito che non è da Dio attaccano coloro che nella totalità lo vivono. Questo Mistero appartiene a Dio ed in quanto tale non vi può non essere la piena continuità tra ciò che si viveva ieri e ciò che si vive oggi. Ringrazio il Padre ogni giorno per avermi fatto conoscere questo Luogo Santo e mi sento onorata di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

Marcianise, 29.01.2018

Maria Gaetana Pezzella




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi