Lettera aperta di Maria Cuciniello

 

Mi chiamo Maria Cuciniello e dal 2014 ho conosciuto la Culla di Gesù Bambino iniziando così un percorso di fede. Ho preso questa scelta nella totale libertà senza che nessuno mi abbia mai costretta o plagiata come ultimamente si vocifera e insieme ai miei fratelli spirituali voglio difendere questo Mistero voluto da Dio dal profondo del mio cuore. Tante menzogne si stanno rivolgendo alla mia madre spirituale Maria Giuseppina Norcia, al mio fratello Samuele Morcia e a sua moglie Anna. Ci tengo a precisare che tutte le maldicenze indirizzate a questo Mistero non sono assolutamente vere e prima di giudicare ci si dovrebbe accertare personalmente di ciò che in questo luogo si vive e non accettare come vere, le falsità che vengono dette. L’amore, la dolcezza e la viva fratellanza che ci dona gratuitamente il nostro Pontefice Samuele mi portano a ringraziare chi mi ha fatto rinascere a vita nuova e a difendere l’operato di Maria Giuseppina Norcia che non ho potuto conoscere personalmente ma che ho imparato a conoscere tramite le parole di Samuele che parla di lei e che tutto fa per lei. Come fedele di questa Chiesa mi sforzo di essere cristiana autentica rispettando i sani principi cristiani e i 10 Comandamenti, questo è il mio cammino e così voglio andare avanti.

10 febbraio 2018

                                                                                                                      Maria Cuciniello




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi