Lettera aperta di Maria Antonietta Manzo

 

Tutto ciò che alla Culla Santa i miei occhi hanno visto e vedono…tutto ciò che le mie orecchie hanno ascoltato e ascoltano…tutto ciò che il mio cuore ha provato e prova…desidero esternare in difesa della Verità che si vuole danneggiare con calunnie, maldicenze e ogni sorta di falsità. Sono arrivata alla Culla di Gesù Bambino il 16 Maggio 1999. Ho avuto la grazia di conoscere di persona Maria G. Norcia, la perla preziosa, scelta da Dio, depositaria del Grande Mistero d’Amore e di redenzione. Di Lei non sapevo nulla. Mi ha accolto con familiarità, mi ha sorriso con tanta dolcezza… E poi i suoi occhi fissi nei miei… Mi ha conquistata con quel suo sguardo limpido e profondo che mi è arrivato dritto al cuore; In Lei mi sono sentita figlia amata dal Padre. Mi sono fidata ciecamente ed è diventata anche per me una “mamma spirituale”.

Successivamente ho conosciuto Mario Samuele Morcia. Una persona semplice, umile, di grande fede, con lo sguardo così dolce e profondo che dona pace e serenità al cuore. Anche di Lui mi sono fidata: mi è bastato ascoltarlo mentre parlava con alcuni fedeli… e la Parola di Dio mi è arrivata nel cuore come un dardo infuocato, da quel momento ho avuto ed ho sempre sete dell'”acqua viva” che disseta eternamente. Al “Si” di Maria G. Norcia è seguito il “Si” di Samuele Morcia al volere di Dio: completare il disegno d’Amore per il Compimento di Pace della Nuova Gerusalemme. Questa promessa al Padre ce la testimonia, assieme alla sua sposa Anna, con i fatti: un’autentica vita cristiana, vero Amore per il Mistero, fermezza, coraggio nell’istruire e difendere i veri valori cristiani e l’Opera meravigliosa di Dio per la salvezza dell’umanità prosegue senza mai fermarsi. Dai frutti si riconosce se la pianta è buona, i frutti alla Culla sono più che buoni. Samuele è il Sommo Pontefice della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, il Buon Pastore, che alla sequela di Maria G. Norcia, ci sta portando per mano con sapienza e saggezza alla graduale scoperta dell’Amore Assoluto: DIO. Ci invita ad osservare la Santa Legge: i Dieci Comandamenti, ad essere prima veri uomini e poi autentici cristiani, a comprendere l’utilità della preghiera e dell’unione fraterna da cuore a cuore in un unico abbraccio d’Amore da Nord a Sud e da Est ad Ovest.

Sono fiera di aver scelto liberamente di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale e lotterò, insieme ai miei fratelli in Cristo, con tutta me stessa per difenderLa dalle lingue velenose. Se oggi sono forte nella fede, se sono disposta a dare la vita per Cristo, se accetto con amore le prove fisiche e spirituali che il Padre permette per la Purificazione del mio cuore… Io devo GRAZIE a Maria G. e a Samuele, splendidi modelli di santità che cerco di imitare per essere degna, di poter servire, amare e vivere Cristo Salvatore.

Coloro che si sono allontanati dal Luogo Santo, dimostrano di non aver mai compreso l’essenza e la sostanza di Maria G. Norcia, di non averLa mai amata: chi ama crede nella persona a cui dice di amare. “Nessuno che ha messo mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il Regno di Dio” (Lc 9, 52); Gesù dice ” Sarete odiati da tutti a causa del mio nome, ma chi invece persevererà fino alla fine sarà salvato” (Mt 10, 16-23). Ognuno è libero di seguire o non seguire la Verità, di appartenere o non appartenere alla Madre Chiesa Universale, di credere o non credere nel Mistero d’Amore ma non si accetta l’incoerenza di chi prima era nel mistero, dimostrava di credere tanto d’annunciarlo… poi tradisce, si allontana e si accanisce ad offuscare la Luce, ad infangare la Sacralità del Luogo, a gettare ombre laddove risplende la Luce di Santità su Maria G. Norcia e su Mario Samuele Morcia e la sua sposa Anna, fulgide figure che meritano, assieme agli Strumenti e Ministri, tanto rispetto, tanto amore, un vivo ringraziamento per la fedeltà, per la difesa del Mistero Inaccessibile ed Imperscrutabile.

Tengo a precisare che nella Chiesa Universale non c’è “nulla di nascosto che non debba essere svelato, e di segreto che non debba essere manifestato” (Mt 10, 26). Tutto è chiaro, limpido, trasparente. VENITE E VEDETE! Si respira Gioia, Pace, Sincerità e Amore, sentimenti che, dati i tempi duri e difficili, non si provano più. Non siamo una “setta”, non siamo “omologati”, né tantomeno “schiavi”. Noi membri di questa Santa Madre Chiesa siamo LIBERI, perché figli di Dio che credono, amano e vivono in Cristo, con Cristo e per Cristo. Noi, armata di Maria, Figli della Luce, non ci fermiamo di fronte a questo polverone di cattiverie, ma a testa alta, coesi nell’Amore, proseguiamo il nostro cammino di fedeltà, di offerta e di fiducia totale in Cristo, affinché trionfi il Cuore Immacolato di Maria, Madre Chiesa, Nuova Gerusalemme.

Lucera (FG) 15 febbraio 2018

                                              Maria Antonietta Manzo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi