Lettera aperta di Luigi Signore

 

Mi chiamo Luigi Signore, sono di Santa Maria C.V.(CE), ho 82 anni e frequento la Culla del Bambino Gesù da 35 anni.

L’ultima domenica del mese di luglio del 1983 mi sono trovato per la prima volta in questo Luogo Santo. Sono rimasto affascinato da quella piccola e semplice Culla, dentro adagiato un Bambinello su un tulle bianco e fuori una scritta “ non si accettano offerte” e una lapide dove vi era scritta in breve la storia “ l’Isola Bianca, il Castello delle anime, la Colonna di Luce, il Centro della Misericordia Infinita preparate per l’Era dello Spirito Santo per il compimento di pace”.

Continuando a frequentare questo Luogo, perché mi attirava, ho conosciuta Maria Giuseppa Norcia donna semplice, umile, parlava poco e solo di Gesù, della Madonna, di San Michele e di Santa Mesia. Ogni volta che la incontravo mi diceva sempre di avere fede e di pregare. Poi ho incontrato un giovane di cui Maria Giuseppa Norcia me ne parlava sempre, di nome Samuele Morcia, il quale ha sposato Anna la figlia di Giuseppina. Adesso Samuele sta continuando a guidare il popolo di Dio, con saggezza, fedeltà e umiltà. Un consiglio mi sento di dire a tutti coloro che lasciandosi trasportare dalle accuse infamanti che si dicono di questo Luogo e di queste persone, andate a vedere con i vostri occhi e se ci andate con semplicità di cuore e desiderio di volere incontrare il Signore lo troverete a braccia aperte per accogliervi.

Sono fiero di essere figlio della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

Santa Maria Capua Vetere (CE) , 12/02/2018

                                                                                         IN FEDE
Luigi Signore




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi