Lettera aperta di Luigi Guajana

 

Mi chiamo Luigi, ho 24 anni e sono uno dei tantissimi giovani fedeli della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme. Terra in cui si avverte sin da subito l’Amore che Dio Padre ha voluto donare ai suoi figli. Un amore in grado di sconvolgere le menti, ma soprattutto le anime e i cuori di quei figli che, con la loro volontà, vogliono seguire gli insegnamenti Santi donati dal Padre alla nostra Maria Giuseppina Norcia ed Ella a noi. Gli stessi insegnamenti che ora ci vengono elargiti con immenso Amore da Samuele Morcia. Scelto dal padre per dare compimento al progetto divino iniziato dalla nostra M. Giuseppina.
Rimango allibito nel sentire calunnie e cattiverie gratuite soprattutto da chi ha toccato con mano la Santità. Da chi ha avuto la grazia di poterla vivere.
Mi unisco alle lettere dei fratelli per dare sfogo e il mio dissenso a colei e coloro che, pur sapendo, rinnegano l’Amore che Lui ha trapiantato in noi.
Nel cuore ognuno di noi conosce la Verità. Credo che chi ha ricevuto i suoi insegnamenti, non può eliminare o cancellare ciò che ha ricevuto.
I figli di Dio non si piegano dinnanzi a nessuno. I figli di Dio non scendono a patti con nessuno per un tornaconto personale. Avanzano e lo faranno in eterno.

Palermo, 05/02/2018

Luigi Guajana




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi