Lettera aperta di Lavino Giuseppina e Nasi Giuseppe

 

Mi chiamo Giuseppina ed insieme a mio marito Giuseppe siamo arrivati alla Culla di Gesù Bambino 22 anni fa. Sentiamo di scrivere queste poche parole:

in questa Culla abbiamo conosciuto Mamma Maria G. Norcia e possiamo testimoniare che grazie al suo esempio di vita, abbiamo imparato cosa vuol dire vivere da buoni cristiani, impegnandoci a rispettare i dieci Comandamenti e amare il prossimo. Poi abbiamo conosciuto Samuele Morcia, un giovane chiamato a portare a compimento ciò che Mamma Maria G. aveva iniziato. In Samuele abbiamo trovato gli stessi sentimenti di Maria G. Norcia. Oggi Samuele insieme alla sua sposa Anna, sono per noi una famiglia esemplare. La Fede in noi è cresciuta sempre più, giorno dopo giorno. Ringraziamo Dio perché ha chiamato anche noi, a far parte della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

Vogliamo aggiungere però che chi calunnia questo Mistero farà i conti con il tribunale di Dio Padre Onnipotente.

Orta di Atella (CE), 04/02/2018

Lavino Giuseppina
Nasi Giuseppe




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi