Lettera aperta di Imperiali Vittorio (Alvaro) e Cucchi Fiorella

 

Era l’anno 1982 quando mio marito, io e i nostri 2 figli arrivammo alla Piccola culla del Bambino Gesu’ per conoscere Maria Giuseppina Norcia di cui avevamo sentito tanto parlare. Fummo entrambi colpiti dalla pace e dall’armonia che emanava da quel luogo, ma soprattutto rimanemmo estasiati nel conoscere lei. Era la donna piu’ dolce che avevamo mai conosciuto…i suoi occhi emanavano una luce che penetrava le nostre anime, la dolcezza della sua voce ci incantava ,tutto di lei ci affascino’. Tornammo a casa ma ci accorgemmo che un “segno” indelebile era rimasto nella nostra anima al punto tale che cominciammo a tornare sempre con piu’ frequenza alla “Cappellina” perche’ allontanarci da lei ci causava un enorme sofferenza.

Non c’erano altri posti dove voler andare perche’ i nostri cuori ormai appartenevano al Bambino Gesu’ e alla sua “umile ancella”, che tanto vicina e’ stata alla nostra famiglia soprattutto nei momenti di grande sofferenza.

Gesu’ poi ha voluto dimostrare quanto fosse grande il suo amore per tutti noi. Infatti per “Sua” volonta’ , come  preannunciato a Maria Giuseppina, nel 2000 arrivo’ Samuele, quell’aiuto che Dio Padre le aveva promesso per portare a termine il suo disegno di salvezza per l’umanita’. Infatti quando il Padre ha richiamato a se’ Maria Giuseppina, noi, il suo popolo, non eravamo rimasti soli ma avevamo Samuele che, come Maria G. Norcia, ci ha sempre guidati con lo stesso amore e con lo stesso spirito di abnegazione e con una sapienza che puo’ venire solo da Dio.

Senza mai chiedere nulla in cambio, senza coercizioni e nel rispetto della liberta’ di ognuno, Samuele ha continuato e continua ad insegnarci a rispettare e ad amare l’unico bene primario per un cristiano: DIO .

Pero’, nonostante tutto cio’, tante persone senza pace e senza dignita’ non hanno voluto capire. Povera gente del tempo passato, ma ancor piu’ del tempo presente, che non riesce a vedere la Verita’ e si ostina a sporcare ed a infangare la santita’, la bonta’, la generosita’ prima della nostra cara Maria Giuseppina e ora del nostro Samuele.

Occorre pregare tanto per le persone che cercano di contrastare la volonta’ del Padre.

Noi da parte nostra possiamo solo dire:

grazie, grazie, grazie a MARIA GIUSEPPINA NORCIA, a SAMUELE e ad ANNA sua dolce sposa , ai loro familiari, ai ministri, a tutti coloro che collaborano con lui, compresi noi, popolo libero e fiero di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

Gallinaro (FR), 04 febbraio 2018

 

Imperiali Vittorio (Alvaro) e Cucchi Fiorella




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi