Lettera aperta di Guastafierro Antonio e Scalice Antonietta

Cari fratelli oggi anche io e mia moglie sentiamo nel cuore di esprimere e difendere la culla si Gesù Bambino.
Per noi è stata una grande gioia poter conoscere e frequentare questo luogo santo, dove Maria. G Norcia una donna di una infinità dolcezza e umiltà ha dedicato tutta la sua vita per la salvezza di tante anime. In questo angolo di paradiso noi ci sentiamo a casa e qui abbiamo ricevuto tantissimo e riceviamo ancora tutte le domeniche tantissimo. E’ grazie anche a Samuele, il nostro caro fratello, che abbiamo compreso l’essere cristiani, il vero valore della famiglia e l’importanza dei 10 comandamenti. In questa terra Santa ci siamo sempre sentiti liberi e mai nessuno ci ha imposto cosa dire e cosa fare ma soltanto di aprire il cuore. E per questo motivo siamo dispiaciuti nel sentire menzogne sulla Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme e su Samuele e la sua famiglia. Noi ci sentiamo di dire a tutte queste persone che sono contro questo mistero divino che noi andremo avanti su questo cammino santo nonostante tutte le prove quotidiane noi ci mettiamo forza e orgoglio santo. Ancora oggi ringraziamo Maria Giuseppina norcia per averci Donato Samuele e la sua famiglia. Io e la mia famiglia siamo orgogliosi di poter far parte della Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme.

Sermoneta, 03 02 2018

Guastafierro Antonio e Scalice Antonietta




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi