Lettera aperta di Giuseppina Maruca e Arianna Gentili

 

Io e mia madre siamo fedeli della “Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme”, Chiesa fondata su Cristo. Si vive nella riservatezza del cuore, ma a volte è necessario esprimere ciò che si sente per dare Onore a Dio.

Lei viene in questa Terra Santa dalla fine del ’97, io l’ho seguita un po’ di anni dopo.

E’ difficile spiegare con le parole la “Verità” che si sente nel cuore quando ci si trova davanti a Persone rette di cuore, di pensiero, di parola e di comportamento, che amano Dio e che vivono la loro vita nella fedeltà assoluta a Lui e ai suoi insegnamenti, con dolcezza, forza e coerenza in tutto ciò che fanno. Questo è l’Esempio che noi abbiamo, questo è l’Esempio che noi viviamo ora in questa Chiesa con Samuele, Anna e tutti i ministri, questo è l’Esempio che si viveva alla Culla con Maria Giuseppina, Samuele, Anna, nonna Nella…

Questa è l’immagine che mia madre porta sempre con sé: una finestrella dove una Dolce Mamma entrava nel cuore con il suo sguardo e con il suo “Pregherò per te”.

E’ difficile esprimere con le parole ciò che si vive nel cuore quando il Cielo ti entra nel cuore davanti alla nostra “Piccola Culla”…quando le preghiere non sono solo parole, ma sono Preghiera.

Nettuno, 20 Febbraio 2018

 Giuseppina Maruca
Arianna Gentili




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi