Lettera aperta di Giuseppe Schiavone

 

Mi chiamo Giuseppe Schiavone e dal 2011 ho avuto la Grazia di frequentare la Culla di Gesù Bambino. Non ho mai conosciuto personalmente Maria Giuseppina Norcia, la nostra Mamma, ma tramite Samuele Morcia, nostro Pontefice, ho potuto conoscere la sua Opera di Fede grazie alla quale oggi vivo questo  luogo Santo, Terra d’Amore, che il Padre ha scelto per il compimento delle sue promesse, riconducibili al Progetto di Salvezza dei suoi figli, iniziato grazie alla purezza di un Cuore di una Fanciulla e portato avanti dall’esempio di umiltà, semplicità, verità e fratellanza di Samuele e della sua famiglia. Come membro della Madre Chiesa Universale della Nuova Gerusalemme , mi sento quindi in dovere di dare la mia testimonianza, in totale libertà, ringraziando Samuele, nostra guida spirituale, per il suo esempio di santità, concorrendo giorno dopo giorno a lastricare il mio cammino di consapevolezza cristiana, necessaria per aprire il mio cuore e vivere appieno il mistero d’amore di Gesù Bambino.

Gli attacchi attraverso le calunnie che si riversano sulla sua persona e sulla sua famiglia sarà cura del Padre intervenire, a noi fratelli, invece, sarà cura avanzare nella Verità sempre più fieri e orgogliosi di appartenere alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme.

Curti, 30 gennaio 2018

                                                                                         In Fede
Giuseppe Schiavone




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi