Lettera aperta di Giuseppe e Annalisa Magliocchetti

 

In questi giorni leggendo tante lettere aperte non si puo’ che constatare come la nostra amata MARIA GIUSEPPINA NORCIA e’ ancora viva in mezzo a noi.

Mi chiamo Annalisa e grazie all’annuncio amorevole di mia suocera oggi insieme a mio marito e la mia famiglia sono piu’ di 30 anni che veniamo alla piccola culla del BAMBINO GESU’.

Non so cosa spinge le persone una volta fuoriuscite a calunniare e denigrare tutto e tutti ma so cosa significa amare ed essere fedeli alla chiamata che ognuno di noi ha ricevuto in modi e in momenti diversi e come membri della CHIESA CRISTIANA UNIVERSALE DELLA NUOVA GERUSALEMME, di cui liberamente facciamo parte, vorremmo dare voce al nostro cuore per testimoniare gli insegnamenti di GIUSEPPINA NORCIA E SAMUELE MORCIA essendo stati presenti da quando l’abbiamo conosciuta sino alla sua dipartita in cielo che ci ha sempre riportato alla cristianita’ autentica, all’unione fraterna e alla preghiera cosi anche SAMUELE che lei stessa ci invitava ad ascoltare, ci ha continuato a guidare con immenso amore confortandoci e aiutandoci come un padre fa con i suoi figli.

Da subito in questo luogo abbiamo sentito l’amore vivo di DIO affidandoci a SAMUELE che insieme ad ANNA, la sua dolce e umile sposa rappresentano un esempio di santità  la famiglia santa.

Il nostro invito come fedeli  sara’ sempre quello di venire e vedere  e chiedere davanti questa piccola culla  di purificare i nostri cuori per renderli RETTI, PURI e VERITIERI  proteggendo e difendendo la verita’.

6 febbraio 2018

Giuseppe e Annalisa Magliocchetti




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi