Lettera aperta di Gioele Marchiori

 

Mi chiamo Gioele Marchiori ed insieme a mia moglie Marika Segneri vogliamo anche noi nella nostra umiltà di fedeli dire il nostro pensiero. Io frequento la Culla di Gesù Bambino da ventitré anni da quando avevo solo sei anni, ho potuto vivere sulla mia pelle e vedere con i miei occhi le innumerevoli persone che man mano venivano in quel posto, ricevendo grazie, aiuto ,supporto ma soprattutto tanto amore. Io per primo sono una delle persone graziate dall’Amore di Mamma Giuseppina che per tutta la mia crescita mi ha affiancato con il suo sorriso ed il suo Amore materno in tutti i momenti più duri che io possa aver vissuto in passato. Ho vissuto i miei anni trovando solo lì alla Culla di Gesù Bambino la serenità e la pace che non trovavo altrove, neanche nella mia stessa casa. Poi verso la maggiore età arrivò Samuele non sapevo chi fosse quel giovane eppure scambiammo qualche parola e ritrovai in lui ,nei suoi occhi e nelle sue parole lo stesso calore di Mamma Giuseppina. Oggi posso a gran voce dire che come Mamma Giuseppina consolava il mio cuore di bambino, oggi Samuele, da uomo mi da la forza e la costanza di andare avanti nonostante le difficoltà che la vita mi pone davanti.

A sua volta mia moglie persona totalmente estranea al Mistero di Gesù Bambino e con un credo diverso fino a sei anni fa, proveniva da una vita non priva di sofferenze, ma una volta arrivata qui in questa Casa, in questa Chiesa che con amore l’ha accolta, ha trovato la serenità e la tranquillità che cercava da tempo, sentiamo così una persona migliore ed in pace con se stessa; ricevendo poi la grazia immensa di avere un bambino che l’ha aiutata ci ha aiutati a dare una svolta alla nostra vita. E non c’è gioia più grande per me da padre vedere mio figlio piccolo vivere con gioia e felicità questa Chiesa e gli insegnamenti che Samuele ci invita a seguire vivendo la vita secondo i dieci comandamenti che Dio ci ha donato.

Con questo nostro personale pensiero vogliamo difendere la Nostra Chiesa, il Nostro Pontefice, i Ministri  e tutti coloro che operano nella Vigna del Padre da chi li attacca screditando il loro operato senza timore alcuno, infangando di conseguenza Maria Giuseppina Norcia ed il Mistero di Gesù Bambino senza la minima titubanza. Vogliamo anche difendere tutti noi fedeli che nella libertà totale scegliamo di vivere questa Chiesa ed il nostro unico credo giorno dopo giorno, nonostante le accuse che vengono rivolte anche contro di noi da chiunque ne sia contrariato. Non vi sarà giorno dove io per primo come portavoce e la mia famiglia dopo smetteremo di ribadire la nostra massima libertà con cui decidiamo di vivere la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme e di ascoltare e seguire Samuele e gli insegnamenti stessi che Mamma Giuseppina ci invitava a seguire.

30 gennaio 2018

Gioele Marchiori




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi