Lettera aperta di Maurizio Maniscalco

 

Mi chiamo Maurizio Maniscalco e sono fedele alla Chiesa Cristiana della Nuova Gerusalemme.

Sono arrivato in questa valle D‘ Amore nel 1995 che avevo 26 anni, in un momento molto particolare della mia vita.

Mi sento in dovere di scrivere questa lettera nella libertà e senza costrizioni da parte di nessuno.

A fronte delle accuse fatte ripetute infamanti e false da persone che prima venivano da Gesù Bambino ed erano vicino a Giuseppina Norcia e a Samuele Morcia, oggi invece scrivono menzogne e cattiverie gratuite a danno della Chiesa Cristiana della nuova Gerusalemme dei suoi ministri chiamati da Dio e di tutti i fedeli che con fede vera vogliono vivere questo grande mistero. Tali persone hanno ricevuto tanto Amore da Samuele e la sua sposa. A tutti coloro che vanno contro questo mistero di fede, sappiano che vanno contro Dio.

Concludo dicendo che il mistero di Gesù bambino è la mia vita e con tutte le mie forze lo difenderò sempre con lealtà e coraggio, virtù che mi ha insegnato Giuseppina e che oggi continua ad insegnarmi Samuele.

Mio Signore mi affido a te, perché tu protegga questa Chiesa contro i figli dell’ iniquità.

Latina 26 Gennaio

Maurizio Maniscalco




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi