Lettera aperta di Giandomenico Ponzetto e Gabriella Guidetto

 

Mi chiamo Giandomenico Ponzetto, unitamemte a mia moglie Gabriella Guidetto, a fronte di quanto stanno divulgando alcune persone che non si riconoscono più nel Mistero della Piccola Culla di Gesù Bambino e su chi attualmente ne è alla guida, vogliamo unirci ai fratelli e sorelle in Cristo e dare la nostra testimonianza su tuti gli insegnamenti e l’amore filiare che Maria Giuseppa Norcia prima ed in seguito Samuele Morcia ci hanno donato invitandoci al rispetto dei Dieci Comandamenti, la costante preghiera e vivere realmente l’unione fraterna.

Lei ha accolto tutti i fedeli che ivi si recavano per pregare con grande amore e semplicità e aiutava tutti, se animati da buona volontà e con cuore aperto a scoprire la vera fede in Dio, Cristo e Maria.

La stessa cosa continua ancora adesso con l’avvento alla guida della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme di Samuele Morcia, NULLA E’  CAMBATO.

Il nostro Sommo Pontefice ha continuato e continua a difendere la VERA FEDE, la vera cristianità sulle orme di Mamma Giuseppina, mai e poi mai siamo stati fatti oggetto di condizionamenti psicologici, o imposizioni di alcun genere, ma abbiamo solo e sempre ricevuto amore gratuito e fratellanza sincera.

L’unica cosa che è cambiata è la nostra fede, dal primo momento in cui abbiamo inontrato Mamma, abbiamo incrociato il Suo sguardo, i Suoi occhi, il suo dolce sorriso, ci siamo sentiti rinnovati e purificati dentro.

Siamo molto affranti e dispiaciuti nel sentire e leggere tanti attacchi alla persona che attualmente conduce il Mistero e a tutti i Suoi Ministri. Non vogliamo giudicare, non è nostro compito, invochiamo soltanto il Buon Dio che dall’alto della Sua Infinita Misericordia e della Sua Eterna Giustizia ponga termine a tutte queste falsità e a questo discredito ignobile e gratutito.

Il nostro Signore tutto permette, ma non c’è persona umana che possa fermare il Suo volere e possa interrompere quanto da Lui stabilito per il bene di  tutta l’umanità, la Chiesta Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme, a cui samo fieri di appartenere, trionferà su tutto e su tutti i malpensaneti e ipocriti che cercano in tutti i modi di screditare e di far affondare la Perla preziosa che Dio ci ha donato.

Vogliamo unirci nella preghiera fraterna per difendere sempre Mamma Giuseppina, nostra Madre Spirituale, il nostro Sommo Pontefice Samuele Morcia, la sua sposa Anna, Vincenzo  e tutta la sua famiglia in questo momento provati da tanto dolore.

Castellamonte, (TO)  6 febbraio 2018

                           Giandomenico Ponzetto e Gabriella Guidetto




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi