Lettera aperta di Francesco Petrella

 

Mi chiamo Francesco Petrella sono sposato con Maria Cristina Fierro e abbiamo due bellissimi figli Antonio Petrella e Angela Petrella. In questo momento sento il forte dovere di difendere il mistero e la nostra cara e tenera Madre Maria Giuseppina Norcia da tutte le calunnie che in questi ultimi giorni vengono dette con grande forza, per sminuire e mettere in dubbio l’autenticità del mistero. Noi crediamo a gran forza a questo mistero D’Amore che il Padre ha donato per la salvezza delle anime, e grazie al si di mamma Giuseppina che ha inizio tutto. La mia famiglia ed io apparteniamo alla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme. Come si fa a parlare di Maria Giuseppina Norcia per me mamma Giuseppina cosi con tanta cattiveria, soprattutto da chi l’ha conosciuta in vita come me e mia moglie, il suo sguardo emanava una gioia, una pace, una luce, che ti scaldava il cuore e le sue parole piene d’amore che ti davano forza e ti facevano sentire amati da Dio. Mamma Giuseppina ci ha sempre aiutato e mai ci ha abbandonato nel nostro cammino di fede che porta al Figlio Gesù Bambino sceso in questa terra d’amore per la salvezza dell’umanità e chi con fede apre il proprio cuore al Padre. Noi ti ringraziamo Madre per tutti gli insegnamenti e per tutto l’amore che ci hai donato. Ti ringraziamo soprattutto per il figlio che tu hai generato spiritualmente con il tuo amore Samuele Morcia e che ci hai sempre consigliato di seguire, ascoltare i suoi insegnamenti e la sua parola che detta dalla sua voce il vangelo è vivo, vivo, vivo, e con quanto Amore, gioia annuncia e invita a tutti di venire in questa terra d’amore ma mai ha obbligato nessuno solo nella totale libertà di figli. Con il cuore io e la mia famiglia in questo momento siamo vicino a Vincenzo e alla sua famiglia che stanno subendo attacchi dalla loro stessa figlia contro Maria Giuseppina Norcia, Samuele, Anna ed il mistero. Ringrazio il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo di avermi chiamato in questa terra d’amore e di avermi fatto incontrare mamma Giuseppina e toccare con mano e sentire il vero Amore di Dio Padre Onnipotente e la gioia di essere insieme ad altri fratelli in un solo cuore e di avere incontrato Samuele. In lui la parola del Padre è viva, i suoi occhi ardenti come il fuoco emanano luce e amore e non ci sono parole per poter descrivere ciò che si prova quando incroci il suo sguardo e quando ascolti la sua parola che è Verità assoluta, ed è ciò che sento nel mio cuore. Ti amo Gesù ti amo tanto non mi lasciare solo fai di me quel che piace a Te sia fatta la tua volontà.

Majano Udine, 04/02/2017

Francesco Petrella




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi