Lettera aperta di Francesca Gallo

 

In questa Culla d’Amore, scelta da  Dio Padre, Giuseppina ci ha insegnato a pregare e  ad amare i fratelli.

Sono testimone di grazie e conversioni: ho visto  milioni di persone venire in questo Luogo Santo e parlare a uno a uno con Giuseppina Norcia, e la gioia che provavano era immensa. Da questa Terra benedetta da Dio nessuno è mai tornato a casa triste, ma tutti con tanta serenità nel cuore.

In questo Luogo ho conosciuto Samuele, un Uomo scelto da Dio Padre. Ho parlato con Lui tante volte e le Sue parole, dette con tanta dolcezza e umiltà, sono sempre state d’insegnamento nel seguire i Dieci Comandamenti e imitare in Santità Gesù e Maria.

Sia Maria Giuseppina Norcia sia il  Nostro Pontefice Samuele hanno fatto sempre e solo la volontà di Gesù e nient’altro.

Non credete alle persone che non hanno cuore e infangano questi due nomi.

Bisogna sempre dire la verità. Non è giusto calunniare Coloro che hanno dato e continuano a dare la propria vita per l’eterna salvezza dell’umanità, come richiesto Loro da Gesù.

Dico a chi non crede  di venire a vedere  con i propri occhi dov’è la Verità, senza ascoltare delatori, ma il proprio cuore.

La Verità è nell’isola Bianca, il compimento di Pace, la Nuova Gerusalemme Celeste dove Dio Padre dona ai Suoi Figli pace, amore e serenità.

Grazie a Dio che ci ha donato Maria Giuseppina, Samuele e la Nuova Casa.

Milano, 05 febbraio 2018

Francesca Gallo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi