Lettera aperta di Fatima Marrella

 

Mi chiamo Fatima e vivo a Palermo. Ascoltando tante cattiverie e calunnie non intervenire è impossibile. Il cuore si ribella; devi difendere chi mette il suo cuore in questa Culla Santa. Le persone che unica “colpa” che hanno è averci amato e trasmesso i veri valori di una vita cristiana, con quella dolcezza e fede che mai avresti trovato in un mondo così pieno di falsità.

In questi 15 anni, grazie a Mamma, nel mio cuore io la chiamo così, Maria G. Norcia, e l’amore immenso per Samuele, sono riuscita a superare tanti dolori che la vita a volte ti impone.

Quindi non posso accettare tutte le maldicenze gratuite e false dette da chi non si rende conto, in qualche assurdo modo, di combattere contro Dio. Non si sono resi conto, peggio per loro, di avere perso in partenza.

Palermo, 8/02/2018

                                            Fatima Marrella




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi