Lettera aperta di Donà Giancarlo

 

Mi chiamo Giancarlo Donà e vorrei anche io esprimere il mio pensiero…..forse sono la persona meno adatta per entrare in certi termini, per chi mi conosce sà che per me non è facile esprimere il mio pensiero con la scrittura (Mi riesce più facile a parole). Detto questo vorrei puntualizzare che con le parole si puo esprimere tanto amore, tanta positività (vedi esempio di tommaso) che io stesso rimanevo basito vedendo un ragazzo così giovane ed essendo più grande di lui mi sentivo in imbarazzo quasi nel sentire l’amore che emanava dalle sue parole e lo prendevo come esempio per i giovani ed anche anziani….ed io penso che in quel momento era sincero in ciò che esprimeva. Per quanto riguarda quel momento non posso pensare che non provasse veramente l’amore per questo grande mistero….Ma questo Dio solo lo sà…sempre con lui abbiamo l’esempio vivo di come la lingua può ferire come una spada (come ci viene tramandato dai vangeli). Usandola oltretutto come arma nella falsità.  Tralasciando questo discorso riguardo la parola, vorrei invitare tutti a partecipare alla nostra Messa con il nostro Sommo Pontefice Samuele Morcia, dove aprendo veramente il cuore, ma aprendo VERAMENTE il proprio cuore, dico che se qualcuno dopo aver fatto ciò riesce ad esprimere al mondo quello che ha provato è un miracolo di Dio poichè non è facile spiegare quel che si prova. Vi ringrazio e vi saluto.

Latina 12/02/2018

Donà Giancarlo




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi