Lettera aperta di Domenico Di Caprio

 

Mi chiamo Domenico Di Caprio, Ho 19 anni e sono fedele a questo mistero praticamente dalla mia nascita. Ho assistito a molti miracoli fisici e spirituali, atei riconvertiti, paralitici che ritornano a camminare, persone afflitte da cecità recuperare la vista e personalmente aggiungo, vedere quella statuetta del Bambino Gesù piangere (Che avvenne nelle settimane precedenti alla chiusura della culla).

Oggi come fedele della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme sento di unirmi anche io con i fratelli per screditare le falsità dette su questa Chiesa nascente. Ci chiamano diavoli, testimoni di Geova, Setta e protestanti, hanno offeso il nostro fratello e pontefice Mario Samuele Morcia, che ci insegna a rispettare i 10 Comandamenti, a essere persone umili e pure “piccoli Gesù e Maria“ e a non giudicare perché esso è un compito che non spetta a noi. Infine mi sento di consigliare a tutte le persone come amici e parenti, di venire e vedere con i propri occhi la verità e non accontentarsi delle voci di un popolo che non vede la verità.

San Prisco (CE), 8 Febbraio 2018

Domenico Di Caprio




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi